Il centenario granata: l’associazione 19 giugno 1919 si appresta all’inaugurazione della Mostra “Salernitana 100”

Tra poco più di un mese la Salernitana compirà il primo secolo di vita: evento, quest’ultimo, da esaltare, ricordare e tramandare nella storia, ricordando le gesta, gli uomini e le vicende che hanno contraddistinto i primi 100 anni di vita della beneamata. L’Associazione 19 Giugno 1919, da tempo, ha già programmato in occasione del lieto e tanto atteso evento, l’allestimento della Mostra “Salernitana 100”:  alla fornace Ex-Salid dal 13 al 23 Giugno saranno messi in esposizione 1000 oggetti riguardanti il percorso di vita della formazione granata. Per l’occasione saranno illustrati i fatti più importanti che hanno contraddistinto la storia granata accanto all’esposizione di oltre 200 maglie che rievocano l’evoluzione dell’ippocampo oltre alla rassegna di documenti, biglietti, foto, palloni e trofei.  Accanto alla Mostra nel Giugno del 2018l’associazione ha protocollato al Comune l’istanza per la realizzazione di un murale nel centro cittadino che raffigura l’evoluzione del marchio a partire dalla nascita del sodalizio granata fino alla rappresentazione attuale oltre a rievocare i tre campi principali calcati dalla Salernitana (Piazza d’Armi, Donato Vestuti e Stadio Arechi).  Nel 2018, infine, è stata protocollata un’ulteriore richiesta per ottenere le concessioni di uno spazio comunale da adibire a museo tutto a tinte granata. Trattasi di un’esposizione permanente sui 100 anni di storia per fare in modo che le tradizioni si tramandino, come sempre e per sempre, di padre in figlio sempre sulla stessa lunghezza d’onda… quella della passione intramontabile per il granata.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *