Il ricordo del Siberiano: Carmine Rinaldi da nove anni alberga nel cuore dei salernitani

Da ormai nove anni non c’è più… ma solo materialmente, perchè nel cuore e nella mente albergano i ricordi sempre fervidi di uno dei capi ultrà più amati a Salerno e non solo. La sua coerenza, il suo grande cuore e la propria passione per la casacca granata al di là dei presidenti e degli uomini che ne hanno avuto l’onere e l’onore di rappresentarla, Siberiano è apprezzato per la sua grande autonomia ed indipendenza di pensiero: per Carmine Rinaldi l’unico interesse supremo da anteporre a qualunque altro era la propria fede calcistica, indelebile ed intramontabile come il proprio ricordo che, oggi, a nove anni dal triste evento, riecheggia ancora di più negli altri 364 giorni all’anno in cui i tifosi granata non smettono di identificarsi in un simbolo indelebile di storia granata quasi centenaria…

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *