Salernitana ed il colpo…Di Tacchio: l’ex Avellino si conferma stacanovista e…

Eppure l’avventura era cominciata con i tifosi irpini che, in preda alla delusione per la mancata iscrizione dell’U.s. Avellino al campionato, si erano “prodigati” affinchè Di Tacchio e Migliorini non giungessero all’ombra dell’Arechi. Poco male perchè non solo Di Tacchio ha accettato la corte serrata di Stefano Colantuono, ma ha saputo fin dall’inizio, entrare nel meccanismo del tecnico di Anzio, risultando dal match di Lecce (ove è subentrato), insostituibile. I numeri, in verità, parlano di un centrocampista stakanovista, in grado di macinare km ed accumulare minuti salvo squalifiche. Nel Pisa, Di Tacchio ha concluso il campionato con 2.941′ disputati e 35 presenze. Ad Avellino, il mediano di Trani ha disputato 39 gare. A Salerno, con sei gare in meno, per un diesel come lui, il campionato dovrebbe essere una passeggiata seppur abbia già corso tanto, essendo sempre presente con ben 12 presenze e già oltre 1.100′ disputati. La differenza, rispetto alla quantità assicurata nelle precedenti esperienze, è la qualità negli inserimenti e nei goal realizzati: ben due che hanno prodotto 4 punti ai granata… Che giochi di sciabola o fioretto, il calciomercato ha assicurato alla Salernitana un gran bel colpo Di… Tacchio!!!

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *