Di Gennaro: uscito dalla quarantena è pronto a tornare, ma…

L’oggetto della discordia… L’intervento di co-patron Lotito in sala stampa al termine del match con lo Spezia, non è stato casuale. Il presidente ha parlato di “Discrasia” in termini di personalità: “Magari un calciatore non ha nulla, ma può avvertire qualche altro tipo di disagio che non lo fa rendere“. A turbare il giocatore ex Lazi non è tanto la condizione che deve migliorare, quanto la posizione in campo. Sperimentato nel ruolo di mezz’ala, Di Gennaro sembra non aver apprezzato affatto il ruolo cucitogli addosso al fine di “coesistere” con Francesco Di Tacchio. La gara di Venezia, al di là del problema fisico avvertito tra il primo ed il secondo tempo, ha mostrato un giocatore poco propenso per capacità mentale di adattamento, a fungere da elastico tra il centrocampo e la corsia esterna. Il ritorno in cabina di regia sarebbe cosa buona e giusta secondo i desiderata del calciatore che, al momento, non coincidono con le “esigenze” di squadra. Con Akpa ed Odjer di nuovo in rampa di lancio, Di Gennaro dovrà in entrambi i casi, sudare per convincere Colantuono a giocare titolare da regista o mezz’ala. Uscito dalla quarantena, tirato a lucido da Lotito, bisognerà capire se il faccia a faccia sia risultato utile per guadagnarsi una maglia da titolare a Cittadella. La società spinge per riavere in mezzo al campo il calciatore, l’allenatore preferisce saggiarne le condizioni psico-fisiche nel corso di tale lunga sosta. Chi prevarrà? lo scopriremo solo vivendo…

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *