Vendere ad un prezzo congruo. Ecco Il piano di Lotito per non “regalare” la Salernitana

Dovessimo andare in serie A sarei costretto a cedere la Salernitana, o meglio, qualora non ci riuscissimo dovremmo regalarla“. Ipotesi quest’ultima che, al di là delle considerazioni di facciata, lasciano il tempo che trovano. Nessun terrestre potrà mai solo pensare che Claudio Lotito possa donare il frutto di un suo investimento ad un soggetto terzo, in grado di beneficiare di oneri ed onori in massima serie. Di fatto c’è una richiesta esosa della proprietà per chi, anche di recente, ha in qualche modo voluto avvicinarsi e bussare alla porta. Nessun escamotage, nessuna “testa di legno” per aggirare la normativa che vieta la multiproprietà, ma solo la necessità di vendere la società: a che prezzo? Quale imprenditore al netto di richieste, attualmente così esose, potrebbe acquistare la Salernitana, ben sapendo che Lotito si ritroverebbe costretto in massima serie a cedere la compagine sociale? Quest’anno, complice un campionato sui generis e livellato verso il basso, il patron che non parla in sala stampa mai a caso, nel periodo di maggiore esaltazione per i risultati, ha evidenziato in modo netto cosa occorre fare per consentire alla squadra di coltivare il sogno della massima serie. Vendere, non a Giugno ovviamente, ma attraverso un accordo preventivo da trovare in questi mesi in vista del possibile approdo in massima serie, fissando un prezzo che gratifichi la proprietà per lasciare gli oneri ed onori a terzi proprietari. Ed allora, sotto traccia, non è escluso che Lotito abbia già individuato a chi cedere la squadra già in corso d’opera con una “riserva” di proprietà e fissazione di un prezzo in caso di promozione. Piuttosto che regalare la Salernitana, Lotito sta pensando da tempo il modo con cui regalarsi la più proficua uscita di scena, grazie all’ennesimo colpo di teatro che necessiterà di un intervento chirurgico in sede di calciomercato:dovesse in quella fase giungere un attaccante capace di far lievitare ancor di più la qualità del gruppo, vorrà dire che Lotito, definitivamente, avrà già sancito il proprio successore sulla toda della nave.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *