Djuric-Jallow: ballottaggio duro da sciogliere per Colantuono. Ecco il motivo

La scelta non sarà semplice: al netto della condizione fisica e di un momento particolare, soprattutto per Milan Djuric, il tecnico Stefano Colantuono dovrà valutare numerosi fattori su cui far cadere la decisione finale. Mantenere fuori l’ex Cesena e Bristol significherebbe bocciare completamente l’attaccante, che a Venezia ha provato a dare quanto è nelle proprie corde, non essendo affatto sostenuto dalla squadra in fase offensiva. Il peso del goal che non arriva è inferiore solo alle occasioni da rete che, in verità, Djuric non ha avuto con soluzione di continuità. Dall’altra parte c’è la possibilità di affiancare a Bocalon, un giocatore come Jallow bravo a sfrecciare ed inserirsi negli spazi. Tatticamente, pertanto, la gara indurrebbe a schierare dal 1^ l’attaccante gambiano in luogo di Djuric. A volte, tuttavia, la necessità di sbloccare, mentalmente, un giocatore giù di morale, potrebbe incidere e prevalere su ogni altro aspetto. Colantuono ci sta pensando e ci penserà fino alla fine: questa volta il ballottaggio da sciogliere è tutt’altro che semplice.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *