I numeri non mentono: Colantuono incide positivamente sul risultato.

Oltre 600 partite possono bastare per poter far fare il salto di qualità alla squadra. La preparazione del match e la capacità di leggere lo stesso in corso d’opera, è capacità di pochi. Adottare le giuste contromosse allorquando la gara assume una direzione, per effetto di un episodio, diverso da come preparata in settimana, costituisce un’arma fondamentale. Il tecnico di Anzio, fin qui, ha schierato 23 giocatori ed effettuato ben 33 sostituzioni, attingendo a tutta la rosa. Molti dei cambi effettuati, hanno, di fatto, cambiato il volto alla partita in corso d’opera: i giocatori subentrati, infatti, hanno regalato alla Salernitana 5 delle 13 reti fin qui realizzate: il goal di Bocalon a Lecce, gli assist di Jallow con il Padova e quello fornito dal “doge” a Casasola per il 2-1 contro il Perugia. Nella capacità di influenzare ed indirizzare con mosse tattiche, l’andamento del match, Colantuono è nella statistica tra i migliori in serie B, che condivide con Pillon del Pescara (che con le sostituzioni ha portato 5 goal) e Bucchi (in grado di far beneficiare di 3 goal e due assist alla panchina).

 

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *