Colantuono e l’esperimento dei tre play non riuscito

Ci ha provato, in un momento di difficoltà in termini di condizione fisica degli interpreti, a far quadrare il cerchio nella zona nevralgica del campo. Stefano Colantuono, in parte, ha modificato il proprio modello di gioco, adattandosi alle caratteristiche di alcuni calciatori che, insieme, non si sono incastrati a dovere. Basti pensare a  Di Gennaro, Palumbo e Di Tacchio:tre giocatori per un suolo ruolo “adattati” insieme. Tre play schierati contemporaneamente in mezzo al campo con scarsi risultati:Palumbo e Di Gennaro, infatti non sono mai riusciti a fare l’elastico per allargare le maglie del Venezia, finendo troppo spesso per imbottigliare centralmente la manovra. Tre play e quattro attaccanti non sono bastati per creare occasioni da rete. La dimostrazione che nonostante il maggior tasso tecnico, qualche errore nel calciomercato agiata o è stato compiuto.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *