In Russia con speranza. La Jomi è pronta al return match di EHF

La Jomi Salerno vola in Russia (fischio d’inizio alle 17) per affrontare il match di ritorno del secondo turno di EHF Cup. All’andata capitan Coppola e compagne hanno concesso l’onore delle armi allo Sport Hall di Zvenigorod, cedendo solo alla fine del match ove si è consumato il maggior distacco in termini di punteggio 32-22. Il tecnico della squadra salernitana ritorna sul match d’andata, ma non lesina ardore e grande concentrazione per la gara di ritorno:”“Sicuramente il meno dieci della gara d’andata è pesante. E’ stata però una gara di alto livello, gare che difficilmente si vedono qui in Italia. Nel nostro paese onestamente non siamo abituati. Per quanto ci riguarda abbiamo calato intensità e concentrazione nella parte finale del primo tempo e nella parte conclusiva del match. Le gare di Coppa ci servono per accumulare esperienza e trovare la chiave giusta per il campionato. Fabbo? E’ una ragazza talentuosa ma non dobbiamo esagerare. Devo lavorare tanto, prima di riuscire a diventare una giocatrice titolare della nostra squadra. Sono comunque contento per lei, per il fatto che si è messa in mostra anche in competizione internazionale”.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *