EhF, la Jomi Salerno cade con l’onore delle armi.

Sconfitta a testa alta. La Jomi Salerno perde con l’onore delle armi al cospetto dello Zevda Zvenigorod la gara di EHF disputata presso la Palestra Caporale Maggiore. Eppure le salernitane erano partite alla grande, dominando nei primi minuti di gioco, rispondendo colpo su colpo alle più quotate avversarie. Il risultato finale di 32 a 22 risulta essere eccessivo per l’andamento del match, condizionato dagli ultimi 10^ di gioco in cui capitan Coppola e compagne spengono la luce. In una serata con più ombre che luci, vale la pena sottolineare le due reti messe a segno dalla giovane Giulia Fabbo, schierata solo negli ultimi minuti del match da coach Rajic. Il prossimo fine week end la Jomi volerà in Russia per il return match (fischio d’inizio previsto per le ore 17)

Jomi Salerno – Zveda Zvenigorod 22 – 32 (primo tempo: 13 – 18)

 

Jomi Salerno: Ferrari, Stellato, Dalla Costa, Motta, De Somma, Santoro, Coppola, Gomez, Fabbo, Napoletano, Piantini, Oliveri, Lauretti Matos, Casale, Landri, De Santis. Allenatore: Rajic

Zveda Zvenigorod: Chernova, Osipova, Klimantseva, Bogdasheva, Anoshkina, Triobchuk, Ganicheva, Listopad, Gerasimonova, Nikitina N. , Tserkovniuk, Tikhanova, Illarionova, Nikitina I., Karaseva. Allenatore: Gumyanov

Arbitri: Jakovljevic e Sando (Serbia); Delegato EHF: Cohen

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *