Fideiussioni false: Avanti Palermo, seguito dal Lecce.

Non bastasse la querelle relativa al format del campionato (attualmente a 19 squadre), ancora oggetto del contendere con la prima giornata ormai agli archivi ed il collegio di Garanzia del Coni che potrebbe ribaltare tutto il prossimo 7 Settembre. La serie B, ora, è colpita anche dallo scandalo delle fidejussioni false che avrebbero presentato al momento dell’iscrizione Lecce e Palermo. In serie C, hanno seguito “l’esempio” delle due squadre cadette altre dieci compagini.  
La FIGC ha dato tempo fino al 28 settembre per sostituire le fideiussioni con Finworld, in caso contrario sarà multa e penalizzazione. La FIGC ha già provveduto ad intimare alle società interessate, l’obbligo di sostituire le fidejussioni ritenute non valide con Finworld entro il 28 Settembre, pena la comminazione di pesanti sanzioni (8 punti di penalizzazione da scontarsi nel campionato in corso). Insomma, il campionato cosiddetto “degli italiani” sembra davvero essere conforme ad una succursale della “Repubblica delle banane” con giudizi tardivi, format non ancora definitivi e calendari che potrebbero rappresentare un’autentica farsa. Tutto a campionato in corso: così, tanto per non farsi mancare nulla in termini di perfetta (ir)regolarità….

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *