Cesena vicina al fallimento. Avellino a caccia di nuovi introiti economici

Cesena ed Avellino: due società in difficoltà seppur per differenti ragioni. La sorte dei romagnoli, tuttavia, salvo miracoli appare già segnata. La società, infatti, ha chiesto all’erario l’abbuono di circa 12 milioni di euro con conseguente spalmatura del resto del debito in un tempo alquanto longevo e con interessi a tasso zero. Insomma l’accordo con l’agenzia delle entrate per la rateizzazione del debito con l’erario sarà impossibile da raggiungere, determinando la cancellazione dalla mappa del calcio professionistico di una delle piazze più importanti del panorama calcistico nazionale. Situazione difficile ma non disperata in quel di Avellino. Il patron Walter Taccone provvederà ad iscrivere la squadra al campionato, allestendo una formazione che miri a conquistare una tranquilla salvezza ma, da tempo, ha ormai mollato gli ormeggi, restando alla ricerca di un socio che possa in parte contribuire a saldare i debiti o a rilevare, in toto, le azioni della società biancoverde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *