Verdi completa il reparto offensivo. La cessione di Jorginho apre all’ingaggio di due giocatori

Simone Verdi sarà il primo acquisto del Napoli targato Ancelotti. L’attaccante classe ’92 ha annunciato alla Rai il sì ai partenopei, dopo l’amichevole dell’Italia con l’Olanda, che sborseranno 20mln di euro più 5 di bonus Champions e Scudetto ed al giocatore cinque anni di contratto con opzione per un sesto a circa 1,8mln di euro. Si completa dunque un lungo corteggiamento, iniziato a gennaio, ma rinviato dal giocatore che ha avuto come obiettivo quello di finire la stagione al Bologna che gli ha dato fiducia dopo anni complicati portandolo alla piena maturazione. Napoli che aggiunge un jolly offensivo di livello, capace di interpretare tutti i ruoli del tridente, ma che continua a monitorare anche Suso e Politano, ma l’arrivo di un altro esterno dipenderà dall’addio di Callejon.
Il prossimo tassello sarà inevitabilmente quello del portiere. Sfumato Rui Patricio, che andrà alla risoluzione unilaterale del contratto con lo Sporting con tutti i rischi del caso per chi lo tessera, il primo obiettivo è Bernd Leno, da tempo il preferito del club ma che viene valutato oltre i 20mln di euro proposti finora dal Napoli. L’esclusione a sorpresa dalla Germania potrebbe far calare leggermente il prezzo e favorire un accordo, tenendo presente che c’è già l’intesa col portiere. Sullo sfondo resta Areola, apprezzato da Ancelotti, ma che si sente titolare al PSG nonostante l’imminente arrivo di Buffon. Come vice, qualora dovesse partire Sepe che vuole giocare, non è da escludere la pista Sirigu o quella per Sportiello, vecchia conoscenza del ds Giuntoli che la Fiorentina non riscatterà e farà ritorno all’Atalanta. Più un investimento da far crescere invece il ’99 Lunin, nazionale ucraino su cui c’è anche l’Inter.
A centrocampo in uscita c’è Jorginho, inevitabilmente considerando la scadenza 2020 e la trattativa per il rinnovo ormai interrotta. Ripartirà in queste ore la trattativa col City tra una proposta di 45mln più bonus ed i 60 richiesti da De Laurentiis. Il Napoli s’è comunque già cautelato bloccando Badelj a parametro zero, ma anche trovando l’accordo con il ’96 del Betis Fabian Ruiz (clausola da 30mln) su cui la concorrenza è però enorme. Più difficili le piste Ceballos, Dembele e Torreira che vuole attendere il Mondiale, ma parallelamente il Napoli attende di capire con certezza il futuro di Hamsik. In difesa i rumors riguardano il terzino destro, ma non tanto per l’addio di Maggio: continua ad essere chiacchierato Hysaj (clausola da 55mln di euro) e non a caso il Napoli nell’eventualità è già molto avanti per Vrsaljko. Al di là di Jorginho, a breve inizieranno anche le uscite minori da parte del Napoli per evitare di arrivare a Dimaro con una rosa extra-large considerando giovani e seconde linee che difficilmente avranno un posto nella lista teoricamente da 25 (in pratica da 23 nell’ultima stagione, avendo il Napoli solo 2 dei 4 prodotti del settore giovanile richiesti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *