Ascoli-Salernitana 1-3 Boca…lon pieno in attesa dell’Avellino

ASCOLI (3-5-2): Agazzi; De Santis, Padella, Gigliotti; Baldini (15^ st D’Urso), Addae, Buzzegoli, Kanoute (31’ pt Ganz), Mignanelli; Clemenza(29^ st Carpani), Monachello. A disp. Novi,Lores Varela, Mogos, Castellano, Pinto, Cherubin, Ventola. All. Cosmi.

SALERNITANA (4-3-3): Radunovic; Casasola, Schiavi, Tuia, Pucino (17^ st Popescu); Minala, Signorelli (32^st Zito), Kiyine; Sprocati (39^ st Odjer), Bocalon, Di Roberto. A disp. Adamonis, Asmah, Monaco, Mantovani, Vitale, Akpa Akpro, Della Rocca, Palombi, Rosina. All: Colantuono.

ARBITRO: Sig. Luigi Nasca di Bari (Baccini/Soricaro).IV uomo: Balice.

NOTE. Marcatori: 29’ pt Bocalon (S), 21^ st Casasla (S), 25^ st Bocalon (S), 45^+5^ st Carpani (AS).Ammoniti: Signorelli, Kiyine (S).

Recupero: 3′ pt.

La Partita.

Finisce con la Salernitana meritatamente in vantaggio la prima frazione dell’atteso match “salvezza” al “Del Duca” tra Ascoli e la formazione di Stefano Colantuono. Il tecnico granata torna alla difesa a quattro con Casasola a destra e Pucino sull’out mancino a protezione della coppia di centrali composta da Tuia e Schiavi. In attacco Sprocati e Di Roberto affiancano la punta centrale Riccardo Bocalon. La Salernitana sfiora nel corso dei primi 45^ di giuoco più volte la mercatura: dapprima con Di roberto su calcio di punizione dall’altezza della lunetta, ma la sfera è deviata dalla barriera in calcio d’angolo. Di poi, Minala non riesce sotto misura ad inquadrare lo specchio della porta. Il goal del meritato vantaggio giunge al 29^ allorquando dopo un’astinenza che durava da oltre 400^, Riccardo Bocalon su assist al bacio di Kiyine, con il piattone destro insacca alla destra dell’incolpevole Agazzi. La Salernitana nel finale della prima frazione di gioco potrebbe raddoppiare sempre con l’ex attaccante del Venezia che sul più bello, dinanzi ad Agazzi spreca un assist al bacio di Sprocati dalla trequarti. Finisce in tal modo il primo tempo con la Salernitana meritatamente in vantaggio al “Del Duca”. Nella ripresa non cambia la musica e lo spartito. Bocalon serve in verticale Sprocati che ritarda per un attimo la conclusione che termina, di poi, sul fondo. L’Ascoli reagisce e sfiora il pareggio con Ganz che su calcio di punizione, di testa nel cuore dell’area di rigore, salta più in alto di tutti e per poco non inquadra l’angolino basso alla destra di Radunovic. Al 21^ la Salernitana perviene al raddoppio su calcio di punizione battuto da Kyine sulla trequarti di destra dell’Ascoli: in area di rigore ci mette la punta del piede il difensore Casasola che sigla il goal della sicurezza per la squadra di mister Colantuono. Al 66^ la seconda doppietta di Bocalon cala il tris e il sipario sul match: l’assist è di Minala che serve sul secondo palo una palla che l’ex attaccante del Venezia può solo spingere in porta. Al 92^ Kiyine prova il goal dalla distanza, Agazzi è costretto a deviare in calcio d’angolo. Al 95^ Carpani sul tiro dalla distanza di Buzzegoli trova la deviazione vincente che spiazza Radunovic. Finisce in trionfo per la Salernitana che dopo quattro sconfitte e due pareggi, a distanza di oltre un mese e mezzo dall’ultimo successo (siglato contro il Venezia), conquista tre punti fondamentali in ottica salvezza.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *