Bari a Salerno in formazione rimaneggiata. Colantuono pensa alle dimissioni, poi il dietrofront

Giornata tutt’altro che tranquilla in casa Bari, quella da poco andata agli archivi. Il Bari di mister colantuono con il Verona ha perso l’imbattibilità interna, conseguendo il terzo risultato negativo di fila. La squadra pugliese risente delle assenze pesanti di Floro Flores, Raicevic e Brienza (tutti indisponibili oltre allo squalificato Parigini per Salerno). Il tecnico Colantuono in conferenza stampa post gara con il Verona, prima di raggiungere i cronisti ha atteso nel ventre del “San Nicola” un’ora di tempo trascorsa a confrontarsi con il diesse Sogliano ed il presidente Giancaspro. Con i propri collaboratori il tecnico barese avrebbe addirittura palesato l’ipotesi dimissioni di poi immediatamente ritirata, vista la volontà palesata dal gruppo dinanzi alla società di voler superare il momento di difficoltà con l’ex trainer di Palermo ed Atalanta. Il Verona con il perentorio successo per due a zero ha espugnato il “San Nicola” rimasto imbattuto da ben sette mesi (ultima sconfitta risale allo scorso 24 Settembre del 2016). Duecento settanta i minuti di astinenza da goal per i “galletti”, dodici le reti subite nelle ultime dieci gare. Appena tre realizzate. Numeri che certificano in modo incontrovertibile un crollo verticale della squadra bianco-rossa. Martedì, intanto, c’è la Salernitana di Bollini tra le squadre più in forma del campionato. Insomma, piove sul bagnato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *