Maradona a Castel Volturno

Verrò a Madrid con voi”. Maradona ha esordito così nella giornata ricca di emozioni per Diego protagonista del pomeriggio al Centro Tecnico di Castelvolturno. Il Pibe ha accettato l’invito del Presidente De Laurentiis e seguirà il Napoli nella sfida del Bernabeu in Champions League.

E’ stato solo il primo annuncio e la prima grande gioia di una visita commovente e struggente all’insegna dell’unico grande Mito. Maradona è arrivato poco dopo le 16, accolto dal Vice Presidente Edoardo De Laurentiis che gli ha regalato una maglia azzurra personalizzata.

Maradona poi, accompagnato dal figlio, è corso subito sui campi per seguire l’allenamento della squadra. Sarri che lo ha visto arrivare sul campo 2 ha interrotto la seduta urlando: “ragazzi per oggi va bene così, andiamo ad abbracciare il nuovo acquisto!”.

Una battuta che ha sciolto l’emozione del gruppo e che ha fatto sorridere Diego. Quindi l’ incontro col tecnico azzurro e il lungo abbraccio.

Poi, prima il capitano Hamsik e di seguito tutta la squadra hanno circondato il Pibe, con grande trasporto e coinvolgimento emotivo. Quindi la foto di gruppo con la squadra azzurra. Come se il tempo non si fosse mai fermato.

Ma la passione è esplosa forte anche quando Diego ha visitato la sede, salutando tutti i dipendenti e soffermandosi commosso davanti alle foto nei corridoi che ritraggono le squadre campioni d’Italia nel 1987 e 1990 e quella che ha vinto la Coppa Uefa nel 1988

Di seguito Maradona è andato nello spogliatoio per salutare di nuovo la squadra. Il suo ingresso è stato accolto da un meraviglioso applauso dei giocatori azzurri, che poi singolarmente hanno registrato video e scattato foto ricordo con Diego in un autentico bagno di entusiasmo.

Ci rivedremo a Madrid per inseguire con Diego un altro sogno. E’ la più bella dissolvenza del tramonto di una giornata pregna di splendide emozioni per un pomeriggio che ha segnato un tuffo nella storia ed ha scandito l’eterna passione azzurra nel nome di Diego. C’è solo 1 Maradona. La leggenda. Il Mito.

fontE: sscnapoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *