Due Principati, punto di speranza

A fine gara, le lacrime per la sconfitta al tie break (18-20) si asciugano in fretta: dopo una maratona pallavolistica e una rimonta bellissima, la Due Principati si arrende all’Acca Montella ma conquista un punto di speranza e raccoglie gli applausi convinti dei suoi tifosi. In 400, ancora una volta riempiendo il Pala Irno, palpitano per i colori biancorossoblu. Contro una squadra forte, fisica, compatta (13 punti conquistati nelle ultime 5 partite) la P2P gioca con coraggio e personalità, azzeccando tutto nel primo set, compresa la battuta tattica – prima con Gorini, poi con La Rosa – che illumina la mattonella della forte centrale Diomede per sollecitarla subito in ricezione, con l’intento di escluderla dal gioco. Mossa felice, che porta subito frutti. Un mattone dopo l’altro, la Due Principati allunga 5-1 e poi 8-4 con un paio di mani fuori di Anna Pericolo, infine addirittura sul +7 (ace di La Rosa) e sul +10 (14-4, firma di Miriam D’Arco). Dopo il contro break (0-3) di Montella, Gagliardi mura Diomede, Pericolo mette giù il pallone del 22-16 e poi il set è vinto 25-18. Salta così un tappo, viene cancellato lo zero nella casella dei parziali vinti in B1, tra le mura amiche. Ancora troppo poco, però, per aver ragione di una rivale che non molla, anzi comincia a mulinare lunghe leve e a macinare punti, conquistando il secondo parziale per 19-25. Il terzo, invece, lo getta via Baronissi. La P2P Semprefarmarcia.it è in vantaggio 10-4 ma perde all’improvviso terreno facendosi agganciare fino al 15-16 al secondo time out imposto. Testa a testa fino alle ultime curve, poi 22-25. Quarto parziale vietato ai deboli di cuore: Montella subito avanti col timbro di Diomede (7-8), poi 12-16 e poi 16-21. La Due Principati non ci sta, schiuma rabbia e rimedia: i punti dell’ossigeno arrivano da Pericolo che apre la strada e da Armonia che ne infila quattro consecutivi. Il 25-23 è servito, è il primo punto della P2P in casa, in serie B, che si unisce ai precedenti tre conquistati in trasferta. Si va al tie break e la P2P potrebbe – e dovrebbe – subito gestire un comodo e ghiotto vantaggio: 5-1, complici alcuni falli di doppia della palleggiatrice avversaria e time out richiesto da coach Guadalupi. Un’interruzione che pare quasi provvidenziale e miracolosa, perché al ritorno in campo Montella fa subito 5 pari e D’Arco con un muro fa giusto in tempo a riconsegnare alle sue il punto del risicato vantaggio (8-7). Sono suoi anche il 10-8 e il 13-11. Mauriello sbaglia la battuta. E’ 14-13. Tutto fatto? Macché. La Due Principati subisce un paio di punti evitabili, sbaglia qualcosa anche in attacco, vive di fiammate e prova a rimediare con il mani fuori di Pericolo (16-15). Beneficia di un nuovo match ball ma Montella non solo lo annulla ma si riporta ancora in vantaggio (16-17). Pericolo fa di nuovo 17 pari. 18 pari di Armonia poi Montella trema di meno e vince 18-20. La Due Principati raccoglie il punto e gli applausi, si batte anche il petto per il vantaggio dilapidato ma guarda avanti e si fa coraggio, anche perché in zona retrocessione nessuna è scappata, anzi la quota salvezza è sempre lì, vicinissima. Dopo la brutta sconfitta di Castelvetrano, la squadra ha reagito e ha mostrato personalità. Adesso serve pure la continuità. Sabato 17 dicembre, a Roma, alle ore 19, la Due Principati chiude il suo 2016 da incorniciare, quello della promozione in serie B1 che resta un patrimonio da difendere.
La squadra di coach Veglia sarà di scena sul campo del Casal de’Pazzi, squadra giovanissima, sbarazzina, che ha entusiasmo e qualità, costruita col meglio che c’è nei settori giovanili italiani. Tra le mura amiche del Pala Irno si ritorna, invece, l’8 gennaio 2017 per affrontare l’Altino.
Nel campionato di serie D, netta vittoria (3-0) della P2P Dolci Monelli che ha superato Cercola e adesso insidia le posizioni di vertice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *