Esaudite le volontà di Lotito. La Salernitana torna al 4-3-1-2 caro al patron

dsc_1887“Giocheremo con il 4-3-1-2, con Rosina alle spalle del duo Coda-Donnarumma e Munari in mediana”. Così in sede di campagna trasferimento il co-patron della Salernitana, Claudio Lotito, inquadrò il vestito tattico che di lì a poco la formazione granata in quel di Sarnano avrebbe dovuto indossare in vista del campionato. Il condizionale è tuttavia d’obbligo dato che mister Sannino, nell’attesa di Rosina, fin dalle prime battute in conferenza stampa di presentazione, palesò la volontà di giocare con il canonico 4-4-2, schema che da sempre ha contraddistinto il modus operandi delle formazioni allenate dal tecnico di Ottaviano. Che dal principio ha provato ad essere coerente, sfruttando sulle corsie laterali Zito e Caccavallo in attesa di rinforzi che in quel ruolo non sono più arrivati. Ed allora, il trainer granata ha dovuto fare di necessità – virtù, adattando sulla corsia esterna di destra, Improta dopo aver bocciato “palesemente” Laverone, ingaggiato inizialmente sulle direttive del tecnico granata “in pectore” Simone Inzaghi. Domenica, tuttavia, dopo aver riproposto il 3-5-2 in quel di Cittadella, Sannino ritornerà alla difesa a quattro, rinunciando a centrocampo all’ex Genoa. Al cospetto delle “Fere”, La mediana sarà pertanto composta da Odjer schermo protettivo dinanzi la difesa ai cui lati agiranno Busellato (in ripresa dal problema fisico avuto in settimana) e Della Rocca. In attacco, Rosina fungerà da vertice alto del rombo, alle spalle del duo Coda-Donnarumma. Il co-patron Lotito, pertanto, sarà accontentato. Basterà per ritrovare la vittoria?

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *