Vittoria assunta a linfa vitale in attesa della primavera granata

dsc_0248Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Al cospetto del Trapani, la Salernitana ha ritrovato i tre punti che mancavano in casa dal match di ritorno della sfida play out con il Lanciano, utili per risollevare il morale ed acquisire quel pizzico di certezza in più fondamentale, prodromica di un filotto di risultati positivi. Al cospetto della formazione di mister Cosmi, priva di Coronado e di fatto depotenziata rispetto alla passata stagione per le cessioni di Nicolas e Scogliamiglio, la Salernitana è stata in grado di mettere da subito a nudo tutti i difetti dei siciliani. Rosina, libero da vincoli tattici e di copertura, ha agito tra le linee, fungendo da trequartista abile ad azionare gli attaccanti apparsi, finalmente, più mobili rispetto alle precedenti uscite. La rete di Vitale, che conferma le doti di centrocampista aggiunto dell’ex Ternana e Napoli, è infatti il frutto di una manovra corale avviata da Rosina sulla trequarti e rifinita da Coda. Il movimento dell’ex attaccante del Parma ha consentito a Rosina di trovare sempre il corridoio giusto nel quale far inserire gli attaccanti,riducendo il raggio di azione ed ottimizzando nel contempo le energie fisiche in favore della lucidità mentale. In difesa, Schiavi, Bernardini e Tuia si sono confermati su buon standard di rendimento, mentre in mediana Busellato ed Odjer hanno dimostrato di avere quei polmoni necessari per assicurare nel maggior tempo possibile lo stazionamento di Rosina nella zona calda della trequarti avversaria. Allorquando l’ex centrocampista della Ternana riuscirà a non uscire con i crampi dal campo prima del triplice fischio finale, la Salernitana avrà imparato anche a dosare le energie nei casi in cui si ritrovi a dover meglio gestire le forze a fronte di un risultato ampiamente positivo già messo al sicuro come successo nel primo tempo della gara di sabato pomeriggio. La Salernitana al netto della vittoria è stata in grado per la prima volta in casa, di mantenere inviolata la porta di Terracciano, assunto a spettatore non pagante del match. In attesa della trasferta a Ferrara e del successivo impegno casalingo che apporrà gli uomini di Sannino al cospetto del Benevento (squadra più in forma del campionato, al momento), la formazione granata si gode la bella e tanto attesa vittoria con il Trapani, conscia che occorrerà ripetersi, cavalcando l’onda del successo onde poter dimostrare che quest’ultimo non costituisca solo un mero volo di rondine, bensì un anticipo della nuova primavera granata.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *