Il veleno nella Coda. Sannino ripensa a Donnarumma. Joao Silva in vantaggio sull’ex Parma.

coda massimoL’esclusione dalla contesa in quel di Cesena ha lasciato degli strascichi. Massimo Coda non l’ha preso di certo bene e la prestazione di Joao Silva ha di fatto evidenziato come la formazione granata non possa fare a meno in contemporanea dell’attaccante di Cava dè Tirreni ed Alfredo Donnarumma. La “punizione” per non aver dato quanto atteso dal tecnico di Ottaviano nel match con il Vicenza, sottesa alla necessità di un turnover per le tre partite disputate in poco più di una settimana, ha lasciato rabbuiato il capocannoniere della Salernitana nella passata stagione. Sabato, con il Trapani, Coda potrebbe ancora sedere in panchina con Donnarumma ad affiancare il riconfermato Joao Silva. Il rischio di un’esclusione bis del forte attaccante c’è, d’altronde le parole di mister Sannino nel ventre del “Manuzzi non lasciano spazio ad alcuna interpretazione estensiva ” Coda e Donnarumma? il passato è passato. Ora bisogna guardare al presente ed al futuro”, ammesso che senza Coda ce ne sia ancora uno, soprattutto in caso di sconfitta o pareggio con il Trapani, per il tecnico di Ottaviano sulla panchina granata.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *