Un solo interrogativo: perchè?

antonio zitoSalernitana, c’è sempre un perchè. Davvero incomprensibile, inimmaginabile, difficilmente pronosticabile, l’andamento dell’ondivago calciomercato della Salernitana. Ci verrebbe da dire: perchè lo fai? perchè riuscire nell’impresa di cedere a parametro zero Andrea Nalini, senza dapprima apporre sotto contratto un calciatore che per puro caso era diventato un patrimonio sociale da cui ripartire; Perchè attendere e far dipendere le trattative di mercato dalla telenovela riguardante un solo calciatore (Rosina); Perchè cedere Antonio Zito, uno dei pochi giocatori di qualità presenti in una mediana povera di fosforo e piedi buoni. A poco più di 15 giorni dalla chiusura del calciomercato estivo, la Salernitana è un cantiere aperto, una squadra priva di un’identità tattica di cui si conosce poco o nulla. Come vorrà giocare Sannino, quale modulo tattico vorrà utilizzare resta ancora una mistero: 4-3-3-, 3-5-2, 4-3-1-2; Ed ancora, con quale formazione la Salernitana affronterà a Gubbio il Pisa nella competizione tricolore? Rosina fungerà da esterno alto di centrocampo (come Sannino ha dichiarato in conferenza stampa) o da esterno offensivo? Tanti dubbi e poche certezze accompagnano la Salernitana in un mercato che fino alla fine, potrebbe più togliere che dare: in tal senso la cessione di Donnarumma ad uno scatenato Bari, costituirebbe una certificazione di una campagna trasferimenti di indebolimento. Davvero l’ingaggio di Rosina merita tali tagli agli ingaggi maggiormente onerosi, abiurando dal contesto e dal valore tecnico tattico? L’enigma di mercato viaggia a braccetto con quello tattico a sole due settimane dall’inizio del campionato. Dettagli, quisquiglie, ma l’interrogativo resta, inesorabile e irrisolto. Perchè?

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *