Problemi di fosforo: l’assenza di Moro apre l’enigma sulla composizione della mediana

ronaldoLì, sempre lì, lì nel mezzo….. albergano le fortune e le sfortune delle squadre. La Salernitana, che ha ormai cristallizzato il record in negativo di reti subite (55), pur beneficiando dell’attacco più prolifico tra le formazioni posizionate nei bassifondi della classifica, indipendentemente dalle carenze strutturali e dei singoli nel reparto difensivo, paga l’allestimento di una mediana non in grado di garantire con il giusto filtro la protezione del pacchetto arretrato. Moro ed Odjer per quantità e dinamismo, si lasciano tremendamente preferire ai vari Pestrin, Bovo e Ronaldo. Sulle corsie laterali, Gatto ed Oikonomidis o Nalini-a seconda delle evenienze- si sacrificano ma restano pur sempre degli attaccanti “prestati” al doppio e dispendioso lavoro di esterni di centrocampo. Ed allora, basta un infortunio di troppo (vedasi Moro, che sarà comunque squalificato per la gara di Vercelli) ed un’epurazione imprevista a creare un buco nero nel ventaglio delle scelte di per se alquanto limitate nel medesimo reparto. Sabato pomeriggio in quel di Vercelli, la Salernitana non potrà fare affidamento sulle prestazioni di Davide Moro, che complice le non perfette condizioni di Bovo (sottoposto ad una lesione meniscale) ed all’età non più florida di Pestrin, costringerà il tecnico Menichini a porre in essere delle vere e proprie alchimie tecniche, che, in vero, non hanno mai inciso positivamente sul rendimento della squadra. Al cospetto dei piemontesi, Menichini con i soli tre centrocampisti centrali di ruolo, avrà due possibilità: posizionare Ronaldo play-maker con Zito e Odjer in mediana e Gatto a fungere da pendolo tra il centrocampo e l’attacco. Di contro, il tecnico potrebbe schierare Zito con Odjer a compiere la cerniera di centrocampo con Gatto ed uno tra Oikonomidis e Nalini sugli esterni. Dulcis in fundo ci sarebbe la soluzione Pestrin che, tuttavia, non convince per una serie di motivazioni. La settimana che precederà il match di Vercelli si aprirà con i soliti dubbi e le nubi “fantozziane” a farla da padrone sul centrocampo granata, nella speranza che Menichini possa finalmente trovare l’anticiclone giusto per diradarle, liberando la squadra da ansie e paure…

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *