Gragnano. Un altro punto pesante per i gialloblè.

asd_gragnano_calcioPer l’ennesimo derby campano della stagione scendono in campo al “Bisceglia” l’Aversa Normanna e il Gragnano Calcio. La formazione di Mauro Chianese vanta un ottimo score in casa, sedici punti conquistati su ventuno disponibili e la miglior difesa casalinga del girone con tre sole reti al passivo. Il Gragnano arriva però ad Aversa con grande voglia di tornare alla vittoria dopo due pareggi contro Gelbison e Due Torri. Mister Maurizio Coppola deve fare a meno di Aniello Vitiello, appiedato dal giudice sportivo dopo aver ricevuto il quinto giallo stagionale, e si affida a capitan Martone davanti alla difesa. Rispetto alla gara contro il Due Torri rientrano nella formazione titolare Baleotto e Varriale. Davanti a De Marino difesa a quattro composta da Baleotto, Loreto, Gargiulo e Perinelli. A centrocampo La Monica, Martone e Leone. In attacco Odierna, Foggia e Varriale. Al 4’ prima occasione del pomeriggio per l’Aversa Normanna. Il diagonale mancino di Calvanese, da ottima posizione, sfila sul fondo. L’Aversa fa la partita e al 10’ coglie il palo, a De Marino battuto, con Djallo di testa su cross di Calvanese. Finalmente Gragnano al 15’. Martone serve Foggia che supera un uomo e conclude. Pallone deviato in corner. Sul calcio d’angolo battuto da Varriale, svetta Loreto ed il portiere Lombardo compie un vero miracolo negando la rete al centrale gialloblè. Al 19′ i padroni di casa passano in vantaggio. Punizione di Venditti, sponda di Guastamacchia e Djallo da due passi di testa realizza l’1-0. Il Gragnano prova subito a reagire ma i giocatori dell’Aversa coprono bene il campo con l’ordinato 352 predisposto dal tecnico Chianese. Al 32’ l’asse Calvanese – Djallo costruisce una nuova occasione ma per fortuna il colpo di testa del numero 11 è alto sopra la traversa. Al 37′ pareggio Gragnano! Filtrante per Martone a tu per tu con Lombardo, palo pieno e palla che arriva a Foggia che trova il tap in vincente. 1-1! Al 45’ grande azione personale di Leone che supera due uomini e scarica di sinistro dal limite dell’area di rigore. Lombardo si salva di piede. Dopo un minuto di recupero l’arbitro Tucci manda tutti negli spogliatoi. Meglio l’Aversa all’inizio poi i gialloblè sono usciti nel finale di prima frazione pareggiando e sfiorando il 2-1. Doppio cambio di modulo per i due allenatori ad inizio secondo tempo. Chianese passa al 442 inserendo D’Ursi per Ciocia mentre mister Coppola opta per ridisegnare la squadra con il 4411 con Varriale in appoggio a Foggia. È proprio del numero 9 gialloblè la prima conclusione della ripresa, all’8’, ma Lombardo blocca. All’11’ l’Aversa ripassa in vantaggio. Cross del neo entrato Marzano e la palla si infila beffarda all’incrocio dei pali. Un fulmine a ciel sereno per il Gragnano che sembrava aver finalmente preso in mano le redini dell’incontro. La squadra di Coppola però non molla e perviene al pari al 18’. Delizioso assist di Varriale che mette Leone a tu per tu con Lombardo, delicato tocco sotto del numero 10 ed il 2-2 è servito! Al 25’ è miracoloso De Marino a deviare in angolo il colpo di testa ravvicinato di Porcaro su punizione laterale battuta da Venditti. Primo cambio per il Gragnano al 33’ con Elefante che sostituisce Varriale, applaudito dalla folta tifoseria gialloblè accorsa al “Bisceglia”. Poco equilibrio ora nelle due squadre che provano a conquistare l’intera posta in palio. Tutte le ultime emozioni si succedono però nel recupero. Al 47′ la punizione di Venditti sfiora l’incrocio ed un minuto dopo il signor Tucci espelle Leone per un presunto colpo a Marzano. Dopo cinque minuti di recupero termina l’incontro. Un buon Gragnano compie un altro passo importante verso la salvezza restando imbattuto ad Aversa.

fontE: sito gragnano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *