Post gara.Bocche cucite in casa granata.

palloneSilenzio stampa e bocche cucite in casa granata. Al termine del match con il Bari, viziato dall’ennesima decisione arbitrale che ha penalizzato la formazione di Torrente, la società granata non ha preso parte alla canonica conferenza post partita, nascondendo dietro il silenzio l’amarezza per una sconfitta immeritata. Invero, già nel corso dell’intervallo del match, il co-patron Marco Mezzaroma aveva manifestato delle titubanze in merito al calcio di rigore non decretato a seguito del fallo commesso da Porcari su di uno scatenato Milinkovic. La squadra al termine del match, dopo aver fatto ritorno negli spogliatoi, ha da subito imboccato la strada che portava al pullman per far ritorno a Salerno in nottata, dribblando taccuini e telecamere. Al momento l’entourage granata preferisce il silenzio rispetto al commento di una partita che ha visto la formazione di Torrente pagare dazio rispetto alla gestione arbitrale, che nella comminazione dei cartellini gialli è apparsa alquanto iniqua.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *