Sorride Tesser: “Contento per la prestazione. Il gol ci ha sbloccato”

tesserVittoria convincente questa sera per l’Avellino. 3 a 0 secco all’Ascoli che può far felice mister Attilio Tesser. Queste le parole del tecnico ai giornalisti.
“La tensione e la pressione c’è quando non si sta facendo bene e si sta giocando soprattutto in casa. Nella prima parte somigliava molto alla gara contro il Modena. Eravamo in difficoltà, molto bloccati e poco propositivi. Per sbloccarci poi è bastato il gol che ci ha permesso di guadagnare più campo. Poi siamo stati brillanti, anche qualitativamente facendo poi molto bene. Abbiamo fatto tre gol e creato altre situazioni”.

Mister, questa sera può finalmente sorridere? “Sì, questa sera sono contento perché la prestazione c’è stata e questo è l’importante”.

Questa sera molto bene anche Tavano. “Sono molto contento. Anche lui può sorridere come tutto l’Avellino. Anche se è un giocatore molto esperto e di grande qualità, anche lui come un po’ tutti noi, ha sbagliato i primi tre, quattro palloni. Dopo il gol è stato un altro calciatore come tutta la squadra e fatto vedere di avere le qualità che da sempre che gli sono riconosciute. Anche gli altri hanno fatto una buona partita. Sono molto felice per i ragazzi perché se la meritano per come stanno lavorando e non lo dico solo perché abbiamo vinto. Anche prima della altre partite avevamo sempre lavorato con grande serietà ma non avevamo fatto gol. Questa è una vittoria che ci può dare un slancio anche dal punto di vista morale e della tranquillità. Ora la squadra deve giocare con serenità, soprattutto in casa dove non ci deve essere la pressione di vincere la partita a tutti i costi”.

Una vittoria che permette all’Avellino di lasciare le zone basse della classifica. È questa la squadra che vuole? “Quella della seconda parte farei fatica a dire di no. Una squadra che ha giocato bene e che ha tenuto il campo, concedendo poco, sempre compatta con gli attaccanti che rientravano sulla fasce a dare una mano. Tengo le ali molto basse però perché abbiamo vinto una partita e la classifica è ancora difficile. Non abbiamo fatto nulla ma c’è la felicità perché meritavamo di vincere. Ora non dobbiamo perdere la determinazione e la concentrazione che c’è in noi e il modo di lavorare che stiamo portando avanti”.

Può essere la vittoria della svolta? “A parlare di svolta sarà sempre il campo. A parole non serve. Si deve lavorare e giocare al meglio le partite con quella grinta per vincere. Noi di partite buone ne abbiamo fatte al di là della classifica. Abbiamo fatto alcune buone prestazione. La squadra migliora e prende fiducia, chi gioca poi non è importante. Cambiano gli interpreti ma non la sostanza. Gavazzi dà sicuramente più equilibrio. È un giocatore di grandi qualità ma è la squadra ad essere più compatta”.

Rea è uscito dal campo dopo due 26 minuti, è preoccupato per le sue condizioni? “Il giocatore questa mattina si è allenato regolarmente. Ha provato e sembrava tutto apposto, anche lo staff medico mi ha riferito che le sue condizioni erano ok. Purtroppo per noi però dopo ha avuto una ricaduta, sicuramente la serata così umida non lo ha aiutato. Nelle prossime ore valuteremo quanto è accaduto”.
fontE: tuttoavellino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *