Bliz dei treni del goal: Retrocesso il Catania. In D il Teramo

Lagiustizia sentenza tanto attesa da parte del Tribunale Federale Nazionale è finalmente arrivata: per il Catania l’organo collegiale giudicante è stato clemente rispetto alle richieste della Procura Federale, condannando la società etnea alla retrocessione d’ufficio in Lega Pro con una penalizzazione di 12 punti ( a fronte del -15 richiesto dalla Procura Federale). Il Teramo, invece, per la sola partita incriminata (ma decisiva in ottica promozione) disputata con il Savona, è stato retrocesso in serie D. Al Catania calcio è stata comminata un’ammenda di 300 mila euro, mentre patron Pulvirenti è stato inibito per 5 anni dallo svolgimento dei compiti derivanti dalla carica assunta. Ammenda di 50 mila euro e 4 anni di inibizione, invece, per l’ad del club etneo Pablo Cosentino. Per effetto della retrocessione d’ufficio di Catania e Teramo, l’organigramma della nuova serie B dovrà essere modificato: Ascoli (seconda classificata alle spalle del Teramo) e Virtus Entella (perdente gli spareggi play out) sono le favorite nel rientrare in cadetteria dalla porta di servizio.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *