AIC Equipe Campania Capodimonte, mister Monaco entusiasta

11745480_860983557320251_3483898315886940185_nSEDE CAPODIMONTE
COMUNICATO STAMPA N.3
Mercoledì di lavoro in quel di Capodimonte per l’AIC Equipe Campania di Antonio Trovato. Altri nuovi arrivi in ritiro, con il computo totale dei calciatori che sale a circa 40. I portieri si sono allenati come sempre agli ordini del preparatore Gennaro Della Corte, mentre i prof. Franco Esposito e Giuseppe Migliucci hanno curato la parte atletica. Al termine dell’allenamento, come sempre, mini-torneo diretto dall’allenatore Gennaro Monaco coadiuvato dai tecnici Riccio e Spina. A trionfare stavolta è stata la squadra composta da Mannone, Ciro Poziello, Guarino, Napolitano, Cicino e Molino.
Al termine dell’allenamento ha parlato mister Monaco: “E’ il mio secondo anno all’Equipe, ho deciso di continuare perché mi sono trovato benissimo con questo gruppo di lavoro con a capo Antonio Trovato. I calciatori ci seguono e sono di grande qualità, spero che tutti possano trovare collocazione al più presto: il nostro compito è quelli di prepararli bene fisicamente e mentalmente, in maniera particolare nel loro caso visto che si trovano senza squadra. Dopo ferragosto, poi, tornerò ad insegnare calcio ai campioni del futuro della scuola calcio Luigi Vitale”.
Ha rilasciato delle dichiarazioni anche Raoul Lombardo, portiere classe ’94 titolare lo scorso anno a Sorrento: “Fortunatamente rispetto ai due anni a Matera ho trovato spazio e ho potuto mettermi in mostra nonostante le difficoltà societarie che ci hanno penalizzato fino alla retrocessione. Avremmo potuto compiere un miracolo, resta l’amarezza per un epilogo che poteva essere evitato. L’Equipe Campania? E’ il mio secondo anno qui, stimo tantissimo mister Della Corte che con grande professionalità e umiltà ci mette nelle condizioni di farci trovare pronti nel caso di eventuali chiamate. Qui c’è un ambiente familiare, i ragazzi vengono qui con tanta voglia di fare e lo staff è sempre molto disponibile. La regola degli under in serie D? Molti pensano che favorisca i giovani, ma in realtà li penalizza poiché adesso per me che sono uscito dalla fascia under è molto più difficile trovare squadra in serie D. Il mio procuratore sta cercando la soluzione migliore, vagliando anche la Lega Pro. Purtroppo nel calcio non c’è meritocrazia, ma una serie di interessi che vengono anteposti a tutto da parte delle società e questo mi demoralizza. Mi piacerebbe trovare un club che mi dia fiducia per quello che ho dimostrato sul campo, senza altre dinamiche”.

Nico Erbaggio
Ufficio stampa AIC Equipe Campania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *