Secondo giorno di lavoro per l’AIC Equipe Campania al campo San Rocco di Capodimonte.

GetAttachment.aspx2SEDE CAPODIMONTE
COMUNICATO STAMPA N.2

Secondo giorno di lavoro per l’AIC Equipe Campania al campo San Rocco di Capodimonte. Dopo gli oltre trenta atleti giunti lunedì, oggi si sono registrati alcuni nuovi arrivi, tra cui spiccano i nomi di Pasquale Despucches, estremo difensore che nell’ultima stagione ha vestito la maglia dell’Aversa Normanna, e Umberto Nappello, attaccante ex Melfi. Mentre i portieri hanno lavorato con il preparatore Gennaro Della Corte, il resto del gruppo ha svolto un’ora e mezza di intenso allenamento agli ordini dei prof. Esposito e Migliucci e dei tecnico Gennaro Monaco Alessandro Riccio, dopodiché i calciatori sono stati divisi in quattro squadre per un mini-torneo: ad aggiudicarselo il team composto da Noviello, Marseglia, Raffaele Poziello, Nappello, Esposito e Di Finizio, che ha avuto la meglio sulla squadra capitanata di Sibilli a cui non è bastata la doppietta di Fragiello.
Al termine della seduta hanno rilasciato alcune dichiarazioni i due nuovi arrivati Nappello e Despucches: “Nell’ultima stagione a Melfi sono rientrato a dicembre dopo un brutto infortunio ad un braccio – dice l’attaccante -. Anche se il minutaggio non è stato altissimo sono comunque soddisfatto, poiché l’importante era rimettermi in gioco e riprendermi fisicamente. L’Equipe Campania? Ho già lavorato la scorsa settimana a Qualiano, qui c’è un ambiente bellissimo, fatto di gente competente e disponibile. Faccio i complimenti a tutto lo staff e ad Antonio Trovato e Salvatore Sibilli: mi sto allenando come se fossi in una società di alto livello. Per quanto riguarda il mercato – conclude -, il mio procuratore Guglielmo Arciello sta lavorando per me. Qualcosa c’è, aspettiamo la chiamata giusta: l’obiettivo è restare in Lega Pro e ripartire alla grande, visto che lo scorso anno ho avuto l’handicap dell’infortunio”.
Così invece Despucches: “Dopo la prima parte di stagione a Pozzuoli, è arrivata la chiamata dell’Aversa e non potevo rifiutare la Lega Pro. Purtroppo però le cose sono andate male sia dal punto di vista personale che di squadra, ed inoltre la società non ha mantenuto gli impegni. All’Equipe ho trovato un ottimo clima, mi sono allenato con Gennaro Della Corte che già conoscevo e che stimo molto. Il prossimo anno vorrei soprattutto un progetto serio: senza dubbio preferirei restare in Lega Pro, ma non è detto che non possa accettare di tornare in D in un contesto vincente”.
Nico Erbaggio
Ufficio stampa AIC Equipe Campania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *