Virtus Social Quarto, analisi dopo 10 mesi, Sarnataro si racconta.

9762_975477945812665_485895741272345116_n (1)Sono oramai lontani i ricordi del primo allenamento e della presentazione, visto che questi primi dieci mesi hanno regalato tante gioie e soddisfazioni, raggiunti con un grande lavoro da parte dello staff, che ha passato ore e ore gratuitamente attorno ad un progetto no-profit.
Intanto, dopo la pausa pasquale, è ripresa l’attività da parte della prima squadra ora unita sotto un solo gruppo, allenato dalla coppia Pastore-Iengo e del Settore Children che a breve comincerà l’esperienza nella rassegna “Gazzetta Cup”.

Non si ferma nemmeno il lavoro dell’equipe sociale, attenta ad attività di sensibilizzazione sulla legalità, rivolta in questo frangente, ai tanti bambini del settore giovanile.

Intanto, il fondatore del progetto, Nico Sarnataro, racconta questi mesi vissuti accanto a questo progetto: “Sono dieci mesi che la mia vita è cambiata, perché aiutare il prossimo e soprattutto chi è in difficoltà, è la causa che ispira la mia crescita e il mio cammino. Sono stati raggiunti numeri da capogiro, impensabili quando nel luglio decidemmo di mettere su questo progetto, ma il buon lavoro di tutto lo staff paga sempre, soprattutto quando è fatto con passione e con il cuore. Per l’ennesima volta devo ringraziare tutto lo staff tecnico e l’equipe sociale, la Caritas parrocchiale, il parroco della chiesa “Santa Maria Libera Nos A Scandalis” Don Antonio Petracca e i due parroci che ci hanno permesso l’utilizzo dei campi foraniali, Don Genny Guardascione e Don Giuliano Poloni, rispettivamente parroci delle chiese “Gesù Divino Maestro” e “San Castrese”. La nostra soddisfazione è quella di vedere questi ragazzi felici, ragazzi che lavorano e possono affrontare il futuro, o come da loro età, completano gli studi nelle scuole secondarie superiori, dove vengono seguiti nel loro andamento scolastico, ma sportivamente parlando abbiamo anche ragazzi che si sono contraddistinti e stanno svolgendo stage e provini presso società professionistiche campane.
La nostra prospettiva futura a breve termine, sarà quella di completare la stagione al 30 maggio, e organizzare campi estivi e attività ludiche, per tenere sempre al nostro fianco questi ragazzi. Personalmente, sto completando adesioni con altre associazioni sportive e non, del territorio, che quotidianamente apprezzano la nostra causa.”

 Non ci resta che affidare le speranze future a questi giovani, simbolo di una grande rinascita.

 

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *