“L’esorcista” Tuia. Il difensore che s’ispira a Baresi, ha dato il via alla rimonta granata

alessandro tuiafranco baresiAlessandro Tuia, prodotto del settore giovanile-tra i più floridi d’Italia- della Lazio, è ormai alla sua terza stagione in maglia granata.

A differenza di tanti altri calciatori, restii ad accettare la Lega Pro nonostante la chiamata della Salernitana, ha da subito sposato la causa prestando il proprio consenso al trasferimento all’ombra dell’Arechi in Seconda Divisione.

Spesso oggetto di critiche eccessive, Tuia si è da subito ambientato nella nuova realtà, facendola propria.

Nella scorsa stagione con mister Gregucci ha ritrovato continuità di rendimento, offrendo sempre prestazioni di un certo spessore.

Tuia è difensore fisicamente possente, bravo di testa, forte nell’anticipo, in grado di impostare l’azione partendo dalle retrovie.

La stagione in corso ha ancora di più fortificato e migliorato l’autostima del difensore originario di Civitacastellana, più volte messo da parte da mister Menichini, che nonostante lo scadimento di forma o le squalifiche di Trevor Trevisan, ha quasi sempre sacrificato l’ex enfaint-prodige della primavera Laziale in favore di Antonio Bocchetti.

L’impiego da terzino destro al cospetto del Savoia-sul due a zero per i granata-, e la scelta ricaduta su Bocchetti (spostato al centro della difesa)  a seguito della sostituzione di Trevisan con Franco( nel corso del match disputato al Giraud),potevano avere effetti corrosivi e deleteri sul morale di Alessandro Tuia, che nel momento decisivo per il campionato dei granata-obbligati a vincere al cospetto dei bianco scudati per tentare il sorpasso ai danni del Benevento-, complice l’infortunio accorso all’ex difensore di Pescara e Napoli, subentrò in corso di gara, siglando da attaccante puro la rete che valse la svolta decisiva della stagione.

Una settimana dopo, al cospetto del Benevento, eccezion fatta per una piccola sbavatura, Tuia fu autore di un’ulteriore e sontuosa prestazione.

Nelle ultime giornate,complice le squalifiche e gli infortuni, Tuia ha ritrovato maggiore continuità d’impiego nell’undici titolare.

Il difensore a breve rinnoverà il contratto in scadenza con la società di via Allende, legando la crescita esponenziale ed il momento cruciale della propria carriera alla Salernitana, squadra alla quale ha da subito detto “Sì” e per la quale ha realizzato una rete che vale oro, diventando per eccellenza “l’esorcista” difensivo, alla Giuseppe Baresi, suo grande idolo e giocatore al quale Alessandro alias il “Magno-granata”  s’ispira da sempre.

Chapeau, Tuia..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *