Daniel Cappelletti: delizie in campo ed in cucina”Bisoli è un grande. Clemenza forte ed umile”. La Salernitana? giocherà con….”

Nel campo così come nella vita è poliedrico. Sa giocare a calcio ma spesso e volentieri  sforna delizie in campo ed in… cucina a favore del  palato dei propri amici. Daniel Cappelletti è un centrocampista offensivo, che in passato ha svolto tutti i ruoli della difesa, salvo poi ritornare alle sue origini di giocatore in grado di esprimersi con grande capacità propositiva dalla trequarti.  Domenica all’Arechi sarà tra i protagonisti. Non ha mai calcato il rettangolo verde dell’impianto di Via Allende, ma la curiosità di “assaporare” il clima dell’Arechi non gli dispiace affatto.

Allora, Daniel, intanto la domanda è d’obbligo: cosa ne pensi della sentenza del Collegio di garanzia del Coni?  “Purtroppo in italia conosciamo tutti i tempi con i quali si addiviene ad una decisione. Forse il problema sta tutto lì, non negli effetti della pronuncia che danno ragione ad alcuni e torto ad altri, ma nel tempo trascorso per assumere la decisione”.

In campo diletti i tuoi compagni con assist, fuori invece il palato dei tuoi amici con la cucinaE’ vero, la cucina è un mio passatempo. Quando non sono in campo mi diverto preparando pietanze. È uno scaccia pensieri

Tornando alle cose di casa Padova, che formazione dobbiamo attenderci? “ Siamo una squadra che un due partite ha fatto, davvero, bene. I punti conquistati fino ad ora ci hanno dato maggiore consapevolezza nei nostri mezzi e ci hanno portato a confermare la necessità di dover lavorare per crescere e migliorare sempre di più”.

La Salernitana, invece, dove la collochi ? “Beh, indubbiamente ha giocatori di grande qualità. Il sottoscritto nel corso della propria carriera ha potuto giocare con alcuni degli attuali calciatori, altri invece li conosco di nome. Credo che la formazione granata abbia tanta qualità dal centrocampo in su. E’ avversario difficile, pertanto il Padova giungerà a Salerno consapevoli delle difficoltà tecniche ed ambientali. All’Arechi non ci ho mai giocato, non vedo l’ora di disputare un match in uno stadio così caldo”.

In particolare, con quale modulo credete che la Salernitana scenderà in campo? “ Ovviamente la Salernitana la stiamo studiando. Già nelle precedenti partite, mister Colantuono ha fatto disputare una parte di tempo con il modulo a quattro che consente l’impiego di Di Gennaro più vicino alla porta avversaria”.

Ci racconti un po’ di te. Come nasce e si evolve la tua evoluzione tattica?Sono sempre stato un giocatore molto duttile, soprattutto nel reparto difensivo ove ho svolto tutti i ruoli possibili. Quando ho cominciato a giocare a calcio nel Cantù, venivo schierato da trequartista, poi mezz’ala.  Avendo dei ricordi fervidi di quegli anni, non avendo dimenticato come si gioca in posizione più avanzata, d’accordo con il mister abbiamo pensato che fosse giusto farmi ritornare ad occupare la posizione che maggiormente si confà alle mie caratteristiche

Mister Bisoli, per l’appunto, che tipo di allenatore rappresenta?Lo definirei “inesauribile”.   Lo conosco da un anno e mezzo e ancora deve arrivare il giorno in cui il mister non sia carico. Osserva tutto, ti tiene sempre sul pezzo. E’ questa la sua forza, la stessa che ci ha fatto vincere il campionato lo scorso anno”.

Clemenza, invece, come è stato accolto in gruppo?E’ un ragazzo formidabile, molto forte. Giunto a fine mercato s’è messo da subito a disposizione della squadra. Ha un sinistro magico che gli consente di posizionare il pallone dove vuole nell’area di rigore avversaria e questo si è notato nelle prime due partite disputate. In particolare, è un giocatore molto forte ma anche molto umile. Un bravissimo ragazzo”.

I tuoi obiettivi personali? “ A 27 anni spero di poter lanciarmi definitivamente nel calcio, magari raggiungendo la serie A che è il sogno cullato da  tutti i calciatori fin da piccolo”.

Nulla da dire: l’impasto tecnico c’è tutto…..

 

 

 

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *