Vocesport.com
Home

Entella-Salernitana 2-0. Il “Marassi” resta un sogno. Granata out. La Cronaca

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Paroni; Belli, Pellizzer, Benedetti, Cleur; Eramo, Di Paola (30 ‘st Paolucci), Nizzetto (36′ st Icardi); Currarino; Petrovic (25’ st Adorjan), Mota Carvalho. A disp:  Massolo, Siaulys, Crialese, Zigrossi, Puntoriere, Gerli, Ardizzone, Gatto, Diaw. All:Boscaglia.

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Mantovani, Schiavi, Gigliotti; Casasola, Odjer (6′ st Mazzarani), Palumbo, Castiglia, Vitale (17′ st Pucino); Vuletich (26′ st Volpicelli), Bocalon. A disp: Russo, Vannucchi, Galeotafiore, Perticone, Akpa Akpro, Di Tacchio, Urso, Di Roberto, Orlando. All: Colantuono.

GOL: 2′ pt Currarino (E), 6′ pt Mota Carvalho (E).

Ammoniti: Gigliotti (S), Castiglia (S), Pucino (S), Palumbo (S).

Arbitro: Pairetto di Nichelino (Schenone/Gori; IV Volpi).

NOTE: serata gradevole,  presenti 1031 spettatori di cui 152 ospiti per un incasso di € 9544. Terreno di gioco in sintetico. Angoli: 4-5. Recupero: 3′ st.

E’ durata appena sei minuti la gara tra Salernitana e Virtus Entella in quel di Chiavari. Le due formazioni sono andate alla ricerca della qualificazione al terzo turno di Coppa Italia che avrebbe assicurato l’importante palcoscenico del “Marassi”. L’Entella la chiude in appena sei minuti grazie alle reti messe a segno da Currarino e Mota Carvalho.  In particolare, al 2°, Currarino da due passi, batte inesorabilmente l’estremo difensore Micai, sfruttando una deviazione a proprio favore sulla conclusione dalla distanza, scoccata da Eramo. Il raddoppio dopo appena 4^: L’autore del goal del vantaggio s’invola sulla corsia sinistra e crossa al centro ove Mota Carvalho è lestissimo a depositare la sfera alle spalle di Micai. La reazione della Salernitana è tutta in un tiro sbilenco di Odjer dalla distanza, ma la mira è errata.  Carvalho al 15^ non sfrutta una buona occasione per chiudere la gara sul tre a zero per i liguri. Di poi, ancora Pellizer, di testa, su cross di Currarino, spedisce la sfera di poco alta sulla traversa. Nella ripresa la Salernitana non riesce a trovare il bandolo della matassa, mostrando segnali di vita solo per effetto di una traversa colpita da Casasola. Finisce 2-0 per la formazione ligure che si regala, per effetto di una migliore condizione fisica, il passaggio del turno e la trasferta con il Genoa. La Salernitana paga dazio ad una stanchezza psico-fisica e ad un approccio non ottimale con il match. Tutto da rifare o quasi, in attesa di una Salernitana che con i nuovi innesti, proverà a farsi trovare più pronta in occasione dell’esordio di campionato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *