(video)Alla scoperta di Vuletich: il “matador” granata

 Augustin Vuletich, classe 1991 ad Arias (argentina), classica prima punta che fa del fisico (1.85) la sua arma preferita. Nello scacchiere di mister Colantuono è stato schierato da prima punta, a parere di chi scrive, con buoni risultati. L’argentino sembra essersi discretamente inserito nei meccanismi d’attacco, facendosi notare nel precampionato e primo turno di coppa Italia. Certo si tratta di calcio d’agosto e di avversari di spessore relativo. Insomma,  test non di  certo validi per definire le capacità tecniche dell’atleta. Giunto a Salerno da scommessa,  Vuletich ha maturato le prime esperienze in Colombia (precisamente nella massima serie con la maglia del Rionegro aquilas, 19 presenze e 9 goal), in Messico (Tiburon di VeraCruz, 10 presenze, 2 goal), in Argentina  e Cile(San Marcos de Arica e Cobresal). Nel recente passato aveva già avuto modo il tempo di saggiare il calcio europeo (esperienze in Svizzera, Bellinzona e Portogallo, Arouca). La punta argentina vanta anche due presenze con la rappresentativa nazionale Under 20. Forte di testa ed abile a smarcarsi in area di rigore, potrebbe tornare utile nel corso del torneo come valida alternativa al bosniaco Djuric che, al momento, sembra avanti nelle gerarchie. Da segnalare, infine, un ottimo calcio di destro, utile anche su punizione (molti sono i goal segnati dall’argentino da questa posizione). I tifosi granata sperano di vederlo più volte inchinarsi sotto la sud per rendere omaggio alla torcida salernitana proprio come fa un vero matador con il suo pubblico. In bocca al lupo, Augustin!!!


 




 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *