Sarri-Napoli: le ragioni del sì

Secondo il portale Sportmediaset fa il punto sull’incontro Sarri-De Laurentiis, riportando un cauto ottimismo e la possibilità di aumentare l’ingaggio del tecnico a 4.5 milioni bonus compresi, per altre tre stagioni, arrivando quindi fino al 2021 senza clausola rescissoria. Questi i possibili motivi del cambio di rotta: “La prima sensazione è che entrambi non abbiano possibilità concrete di raggiungere il rispettivo obiettivo. In altre parole: Sarri non ha forse una reale pretendente o non ha intravisto, in chi lo ha contattato, la possibilità di sviluppare il suo progetto calcistico. D’altra parte, De Laurentiis non ha trovato evidentemente nessuno che fosse disposto a versare sul conto del Napoli gli otto milioni di clausola rescissoria attualmente presenti, e per ora validi, nel contratto del suo allenatore. Insomma, De Laurentiis sa benissimo che rinunciare a Sarri significa in qualche modo ripartire da zero e annacquare un progetto che lo ha portato a distanza ravvicinata dalla Juve. A fronte di un pagamento di otto milioni il sacrificio sarebbe stato giustificato. Senza quei soldi, però, il gioco non vale la candela. Meglio, quindi, sedersi attorno a un tavolo e trovare un accordo per continuare insieme.

fonte:www.tuttonapoli.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *