Vocesport.com
Home

Tuia verso l’addio. Smantellamento rosa in modalità “On”

Un altro piccolo anello di congiunzione tra il presente ed il passato che, inesorabilmente, è destinato a staccarsi dalla catena della mediocrità assoluta (tecnico tattica) a cui sembra essere legata la formazione granata. Alessandro Tuia, giocatore bandiera di questa Salernitana, difensore dotato di ottime doti fisiche abbinate ad una sensibilità importante del piede nella fase di impostazione della manovra fin dalle retrovie, dalla prossima stagione potrebbe vestire la casacca del Benevento. L’emblema della rinascita granata fin dal ritorno della Salernitana nel calcio professionistico a seguito della ripartenza dai dilettanti per effetto del secondo fallimento in appena sei anni, Alessandro Tuia nel corso dell’attuale stagione agonistica all’esito di due anni contraddistinti da un infortunio grave e tanta cattiva sorte, è riuscito a dimostrare una continuità di rendimento assunto da tutti gli “addetti ai lavori” quale principale difetto di un atleta avente grandi potenzialità tutte ancora da esprimere. Il processo di maturazione dell’ex difensore Primavera della Lazio sono venute fuori con costanza nell’arco di una fetta importante di campionato. Indipendentemente dalle due realizzazioni (uniche e sole in cadetteria) messe a segno in un momento topico della stagione, Alessandro Tuia ha dimostrato anche ai più scettici di essere diventato un difensore di grande spessore per la categoria. Forse proprio tale manifestazione di forza ha indotto la società, volta a non poter rivolgere lo sguardo oltre il proprio naso, a lasciarlo andare via  a parametro zero così come accaduto nella scorsa stagione al proprio ex compagno di squadra, Alfredo Donnarumma. Tuia che non avrebbe mai voluto lasciare Salerno, pur restando in attesa di una chiamata (mai arrivata) da Lotito e Mezzaroma, sta per cedere (giustamente) alle lusinghe del Benevento, pronto ad investire su di un calciatore che per il rapporto qualità-prezzo, rappresenta un rinforzo di assoluto spessore per la formazione campana. Vigorito per l’ennesima volta mostra di saper “pescare” a Salerno, “approfittando” del momento topico in cui, al termine dell’ennesima stagione senza infamia e lode, la compagnia del “sappiamo e facciamo calcio“, di questi tempi è protesa a ricollocare il dito sulla modalità “on” dello smantellamento repentino e…certosino!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *