Vocesport.com
Home

“Barbera” vuoto, terna arbitrale a…vuoto. Valido il goal di Bocalon.

Le uscite a vuoto della terna arbitrale in un “Barbera” semideserto, indipendentemente dagli errori tecnico-tattici della Salernitana, hanno condizionato il match con la formazione siciliana. In occasione del goal del vantaggio siglato da Chochev,  il direttore di gara ha ritenuto (giusto?) con Zito a terra, consentire al Palermo di effettuare il cambio di gioco onde tramutare l’azione da difensiva in offensiva e realizzare così – per effetto di un rimpallo-la rete che ha, di fatto, segnato il match. Ineccepibile, invece,appare l’espulsione comminata per doppia ammonizione al difensore della Salernitana, Luigi Vitale che, in occasione del secondo giallo, salta in modo scomposto, colpendo deliberatamente con la mano, il volto di Chochev. Clamoroso, infine, il “no goal” di Bocalon: l’ex attaccante dell’Alessandria sul cross tagliato di Zito sul secondo palo, insacca di testa con l’estremo difensore del Palermo che è un gatto e di riflesso riesce a nascondere la sfera, trattenendola sulla linea di porta solo dopo che la stessa fosse già stata varcata. Il direttore di gara Minelli, nell’occasione provvede a  non convalidare la rete, acuendo l’assenza nella serie cadetta della “Goal-Line tecnology”.  Basteranno tali, evidenti, errori o torti arbitrali a giustificare-per l’ennesima volta-delle evidenti carenze tecniche a fronte di un innalzamento degli obiettivi almeno secondo quanto sostenuto “velatamente” dalla “vocina”  societaria?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares