Vocesport.com
Home

La 1a di Colantuono all’ Arechi “mi aspetto risposte importanti”

“Quella di domani è una partita molto complicata contro una squadra che fuori casa fa molto bene e che se non affrontiamo con la giusta applicazione e determinazione rischiamo grosso. Mi aspetto di avere conferme da quanto di buono fatto a Chiavari ma anche miglioramenti su quegli aspetti su cui stiamo lavorando”. Queste le parole di Stefano Colantuono alla vigilia di Salernitana – Foggia.

“La vittoria fuori casa ti dà consapevolezza maggiore dei tuoi mezzi, serenità e voglia di lavorare con più attenzione” ha aggiunto Colantuono. “Dobbiamo sfruttare questo entusiasmo e dare seguito perché se vogliamo puntare a un campionato di un certo tipo dobbiamo partire dal presupposto che bisogna far bene tutte le settimane e solo in questo modo potremo ritagliarci una fetta di spazio e di possibilità in questo campionato”.
Sull’undici che andrà in campo domani: “Ho ancora l’allenamento di domani mattina a disposizione per vedere e valutare se sarà il caso di toccare qualcosa o confermare, sostituzione obbligata di Minala a parte, quanto fatto a Chiavari”.
Tornando sulla gara contro l’Entella il tecnico si è soffermato sugli aspetti che lo hanno convinto di più e quelli che gli sono piaciuti meno: “Ho apprezzato innanzitutto la predisposizione del gruppo al sacrificio in inferiorità numerica. La squadra si è data da fare, ha rischiato qualcosa ma ci può stare. Mi è piaciuta sicuramente la fase centrale del primo tempo, anche se vanno migliorate alcune cose l’idea di gioco deve essere quella: giocare possibilmente palla a terra e attaccare con gli esterni. Dobbiamo far durare di più però quel tratto di partita e soprattutto quando si va in vantaggio non dobbiamo abbassarci altrimenti si rischia troppo”.
Sulla squadra allenata da Stroppa: “Il Foggia è una squadra che ha raccolto meno di quanto meritato sul campo. Hanno avuto un po’ di sfortuna ma è una formazione che ha dei giocatori interessanti come Chiricò, molto bravo nel saltare l’uomo. Il campionato di Serie B è molto equilibrato e se si vuole fare bene non ci si può permettere di fare differenze di approccio tra una squadra e l’altra. Si può perdere e vincere con tutte e quindi guai a guardare la classifica”.
Colantuono ha quindi concluso: “La partita di domani ha tanti piccoli significati: è l’ultima gara interna prima della pausa e vogliamo chiudere bene il 2017 davanti ai nostri sostenitori ma bisogna vincere ancora anche per migliorare la classifica e al di là di tutto voglio vedere una prestazione importante e una squadra tonica”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares