Vocesport.com
Home

I numeri dei granata: 3a vittoria esterna. Interrotto il digiuno che durava dal 28 ottobre scorso.

L’anno scorso ci pensò Massimo Coda, su assist di Tuia, a percuotere l’animo di mister Roberto Breda. Questa volta è toccato al marocchino Kiyne e a Sprocati realizzare, impacchettare, il primo dono pre-natalizio in quel di Chiavari: terza vittoria in trasferta, quinta stagionale per i granata che, alla prima di Colantuono alla guida tecnica, hanno dimostrato di ritrovare quel pizzico di cinismo mancato sotto porta ed, in particolare, un buon rapporto con la dea bendata dopo le ultime vicissitudini negative. Il salvataggio sulla linea di porta da parte di Vitale ed il rigore nel primo tempo respinto a Troiano da Adamonis, a sua volta subentrato al titolare Radunovic, complice l’infortunio occorso sette giorni fa all’estremo difensore granata, sono dei segnali che la dea bendata non s’è dimenticata della squadra granata. D’altronde il co-patron Lotito ha sempre affermato alla stregua di Napoleone Bonaparte” Meglio un comandante fortunato che un generale bravo, ma sfortunato”.  Da questo punto di vista, Colantuono parte con il piede giusto, seppur ci sia ancora da lavorare…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *