Fabiani ” Vittoria fondamentale. Dubbi sul rigore ed espulsione”

Il deus ex machina dell’operazione complessa che ha condotto mister Colantuono a Salerno all’esito dell’esonero di Bollini. Angelo Mariano Fabiani si gode i primi tre punti della Salernitana “nuovo corso”, conscio che la formazione granata avrà un altro impegno decisivo nella scalata in classifica-il match di giovedì con il Foggia- a cui farà da seguito la gara di Palermo prima della sosta natalizia utile per ricaricare le batterie e lavorare sul gruppo per correggerne i difetti, emersi anche quest’oggi seppur cancellati da un Adamonis in versione “uomo ragno”. “Tre punti in trasferta sono importanti in chiave di classifica-ha dichiarato il direttore generale granata- A Colantuono spetta il compito arduo di lavorare in corsa d’opera, poi ci sarà la sosta utile per oliare le proprie idee. Oggi vanno benissimo i tre punti perché venivamo da un periodo nebuloso. In serie B non ci sono campi facili, ogni partita fa storia a sé, bisogna affrontare tutte le gare con la stessa intensità poi gli episodi la fanno da padrone. Oggi l’espulsione era al limite ed il calcio di rigore non mi ha convinto, per fortuna il portiere l’ha respinto. Una scossa-prosegue Fabiani- ce l’aspettavamo soprattutto dopo il cambio di allenatore. Oggi siamo riusciti a vincere ma c’è tanto ancora da lavorare. Su colantuono non si può dare alcun giudizio. Ha portato una ventata di ottimismo, d’altronde in tre giorni non si poteva stravolgere una squadra che nel primo tempo è apparsa agguerrita”.

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *