A Chiavari con il 4-2-3-1. Colantuono rilancia Rosina

In tema con l’approssimarsi delle festività il tecnico della Salernitana, Stefano Colantuono sembra fortemente deciso a puntare sul modulo ad “albero di Natale”. Il trainer di Anzio, infatti, sta pensando di ritornare alla difesa a quattro con un centrocampo a due composto da Ricci e Minala ed una linea di tre trequartisti alle spalle di una sola punta. Gli esterni d’attacco avranno il compito di appoggiare la fase offensiva con tagli verso il centro o cross dal fondo senza dimenticare il sostegno in fase di non possesso palla al centrocampo. I candidati a ricoprire tale ruolo risultano essere Gatto e Sprocati. La “sotto punta” nella fattispecie sarebbe rappresentata da Alessandro Rosina da appena una settimana ritornato in gruppo dopo un mese di assenza dal rettangolo verde. Colantuono è seriamente intenzionato a puntare nelle prossime partite sul talento del fantasista calabrese, limitandone il raggio d’azione nella zona rossa dell’area di rigore avversaria. In qualità di punta centrale, Rodriguez per capacità maggiori nel gioco di sponda dovrebbe essere preferito a Bocalon e Rossi. In difesa, infine, Pucino e Vitale torneranno a fungere da Terzini con Schiavi ed il rientrante Bernardini coppia centrale titolare data la ricaduta dell’infortunio alla caviglia per Tuia che ne avrà ancora per 40 giorni. 

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Un pensiero riguardo “A Chiavari con il 4-2-3-1. Colantuono rilancia Rosina

  • 15 dicembre 2017 in 9:10
    Permalink

    L’albero di Natale non è il 4-2-3-1,ma il 4-3-2-1.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *