Vocesport.com
Home

Bollini ” Lotta e fatica nel dna”

“Come già sottolineato al termine del ritiro la squadra sta continuando ad allenarsi benissimo, ha una grande predisposizione al lavoro e un grande senso del gruppo. Veniamo dal pareggio di Venezia archiviato in maniera positiva soprattutto per l’atteggiamento mostrato e il senso della maglia. Domani affrontiamo un avversario che sa stare bene in campo e l’ha dimostrato alla prima giornata contro l’Empoli, dove l’indice di pericolosità ovvero le conclusioni a rete sono state più positive da parte della Ternana. Una squadra che sa giocare con grande temperamento e tenendo in considerazione questi aspetti vogliamo mettere in campo la positività del nostro lavoro ma soprattutto l’approccio e la simbiosi positiva che vogliamo fortemente con il nostro pubblico”. Queste le parole del tecnico Alberto Bollini alla vigilia di Salernitana – Ternana.
“Siamo alla prima in campionato all’”Arechi”, pretendo e sto cercando di trasmettere ai ragazzi non solo le varie condizioni calcistiche e le idee per affrontare al meglio questa partita ma anche quel senso di lotta e di fatica che la squadra deve avere nel suo dna” ha proseguito Bollini.
Sugli ultimi arrivati in casa granata il tecnico ha aggiunto: “Sono molto contento perché siamo andati ad allargare il numero della rosa e in particolare il fronte offensivo con giocatori di qualità ed esperienza. Rodriguez e Kiyine hanno svolto ieri un lavoro defaticante ma solo oggi si approcceranno alla squadra mentre Di Roberto ha un giorno in più di allenamento con il gruppo. In estate hanno raccolto un minutaggio basso in partita e sarà necessario un po’ di tempo fisiologico per averli al meglio. Per la gara di domani deciderò soltanto oggi se impiegarli o meno tenendo in considerazione anche l’equilibrio del gruppo”.
Sull’undici allenato da Pochesci: “E’ una squadra che ha coraggio, idee e temperamento e contro l’Empoli ha saputo giocare a viso aperto. Hanno un reparto offensivo impostato su fisicità e una buna tecnica, una squadra che al di là del modulo sanno interpretare e cambiare il loro gioco. Dovremo essere bravi ad avere altrettanto coraggio e a far vivere le nostre idee”.
Bollini ha quindi concluso: “Mi auguro di portare insieme al gruppo quelle soddisfazioni che il nostro pubblico merita. Il campionato è molto difficile e per noi avere un reale e costruttivo sostegno da parte di tutto l’ambiente è molto importante. Starà a noi fare in modo che il pubblico si appassioni sempre di più in un campionato che a detta di tutti è molto complicato, lungo e difficile dove le parole equilibrio e calore sono fondamentali”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares