Vocesport.com
Home

Inzaghi-Salernitana, 19 anni dopo. Al “Delle Alpi” la prima tripletta in carriera ai danni dei granata

MILAN, ITALY – SEPTEMBER 09: New coach of AC Milan juvenile Filippo Inzaghi gestures during the juvenile match between AC Milan and Bologna FC on September 9, 2012 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Le strade di Filippo Inzaghi e la Salernitana, sabato sera al “Penzo” di Venezia si rincroceranno. L’ex attaccante del Milan e della Juventus, autore della risalita dagli inferi della terza serie dei lagunari, a distanza di 18 anni dalla gara Juventus-Salernitana del massimo campionato di calcio italiano, siglata dalla tripletta-la prima in carriera- del più “rapace” tra gli attaccanti di quel tempo, sfiderà i granata, questa volta assistendo al match dalla panchina. Molti ricorderanno la gara disputata con i bianconeri al “Delle Alpi” con la Juvenuts che dopo essere passata in vantaggio sugli sviluppi di calcio di punizione battuto dall’olandese Edgar Davids, grazie ad un rimpallo in area di rigore, sfruttato al massimo da Inzaghi, lesto a catapultare la sfera alle spalle di Balli, siglò da subito il raddoppio proprio con “super-Pippo” su assist invitante di un certo Zidane. Nella ripresa la tripletta storica siglata da Inzaghi che ribadì in rete un pallone che calciato in porta, scattando sulla linea del fuorigioco posto in essere da una difesa ballerina dei granata, terminò inizialmente la propria corsa sbattendo sul palo. Fu 3-0 senza rimpianti ma con tante polemiche e primi scricchiolii tra Delio Rossi ed il patron Aliberti che cominciò a sollevare al tecnico foggiano i primi dubbi sull’impiego ad oltranza della difesa alta e del modulo 4-3-3 anche al cospetto di “esperti” del calcio giocato sul filo del fuorigioco, caratteristica da sempre caratterizzante le marcature messe a segno dall’allenatore dei prossimi avversari dei granata al debutto in campionato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares