Vocesport.com
Home

Ciak, si gira:squadra coerente e da completare senza poter sognare

L’amore è un sinistro folletto e provoca lutti di cuore, se ci si appella alla speranza sempre viva nella torcida granata di poter aspirare e sospirare per una serie maggiore. Perché sognare, si sa, è il sale della vita alla stregua delle ambizioni che, di fatto, la Salernitana è costretta per l’art. 16 bis delle Noif a dover mettere-al momento-da parte. Già, perché la paventata elezione di patron Lotito alla carica di Presidente di serie B non si è verificata, restando in bilico quel connubio societario con il cognato Mezzaroma destinato a dover essere soggetto ad un divieto di dimora dalla serie A fino a data da destinarsi. Ed allora si è pensato di abbassare il tetto degli ingaggi,fare cassa,per poi affidarsi alle competenze di Tare e Bollini con il diesse Fabiani che ha partecipato all’allestimento di un organico predisposto in maniera coerente per l’idea di gioco del tecnico lombardo. Che è riuscito nella doppia impresa, mai conseguita dai suoi più esperti collaboratori, di essere confermato sulla toda della nave pronta a salpare verso il mare della salvezza spensierata. Peccato per l’infortunio accorso ad Orlando, giocatore che in granata – solo a partire da Gennaio- potra’ esplodere definitivamente in attesa del ritorno in casa Lazio all’esito di un’operazione intelligente e futuristica adottata in ottica biancoceleste(questo è il nocciolo dell’agognata questione). Acquisti funzionali e meno funzionali (vedasi Adejo, Roberto, Alex), che rappresentano le incognite di una stagione in cui la squadra granata non dovrà fare altro che galleggiare. E se poi al netto di ulteriori ed attesi correttivi dovesse accadere il “miracolo” come da qualcuno paventato la scorsa stagione dopo le cinque vittorie consecutive di Coda e compagni? Tranquilli, ci sarà sempre la moviola o l’espediente del torto arbitrale e del caso fortuito, utili per nascondere l’unico obiettivo conseguibile, quest’anno con un po’ più di calcio e meno pallone. Per la serie:o si  mangia questa minestra o ci si butta dalla finestra di un immobile sul quale, tuttavia, pur palesandone l’opportunità, non si provvede mai ad apporre il cartello vendesi onde valutare la reale sussistenza dei potenziali acquirenti.. Ciak, Domenica si gira, ma il domani è già  ieri. Per sognare c’è ancora tempo….. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares