Vocesport.com
Home

Orlando, la diagnosi è atroce: rottura del crociato anteriore. Il dott. Perna ” Vi spiego come si opera”

La diagnosi temuta al momento dell’infortunio, purtroppo, quest’oggi è stata confermata all’esito dell’accertamento strumentale a cui si è sottoposto il giovane e sfortunato Francesco Orlando, che ha riportato una lesione parziale del crociato anteriore del ginocchio destro. Come ci spiega lo specialista-ortopedico, Giovanni Perna la Ricostruzione del LCA con tendini del semitendinoso prevede l’impiego dei tendini prelevati dai due muscoli flessori mediali della coscia, a loro volta fatti passare attraverso un tunnel osseo in articolazione“. L’intervento chirurgico è posto in essere in artoscopia ed all’esito dello stesso, la fase della riabilitazione dovrà riguardare in particolare i muscoli flessori della coscia dalla quale è stato effettuato il prelievo. Sui tempi, il dott. Giovanni Perna è tassativo ” Cinque, sei mesi”….  Non prima dunque del nuovo anno, Francesco Orlando potrà effettuare il suo debutto in maglia granata. La speranza è che la capacità di reazione e la forza di volontà del calciatore possa ben influire sul protocollo riabilitativo, abbassando i tempi del recupero (in alcuni casi piuttosto rapidi) così come accaduto nel recente passato all’attaccante del Napoli, Milik.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares