Vocesport.com
Home

Da Terni incalzano: Lotito pensa a Longarini per l’eventuale sostituzione

Vicenda rinnovo elettorale della Presidenza di Lega B sempre in continuo divenire ed a cascata, influente sul prossimo futuro della Salernitana. Al centro delle attenzioni mediatiche v’è non solo la lotta del co-patron Lotito allo scranno di B- resa per altro difficile dalla concorrenza di Corradino-bensì l’eventuale passaggio di consegne delle proprie quote azionarie ad un terzo imprenditore “fidato”. Lotito che nel frattempo potrebbe ostacolare le elezioni per il rinnovo della carica di presidente della serie B, beneficiando di una delega da parte di Tavecchio per provvedere al commissariamento della stessa, avrebbe pensato a Simone Longarini (figlio di Edoardo)quale suo specifico successore. L’ex patron della Ternana da poche ore s’è divincolato dal club umbro con una missiva nella quale adduceva quale motivazione della propria scelta, la necessità di ottemperare ad un impegno personale. Che sia proprio la sostituzione formale e sostanziale(?) di Claudio Lotito, il compito a cui ottemperare che ha indotto Longarini a disimpegnarsi dalla Ternana. Ed ancora, l’eventuale arrivo dell’ex patron delle “fere” a Salerno, secondo i ben informati, porterebbe all’arrivo in Salerno di Liverani quale responsabile della prima squadra. Peccato che, nel contempo, la Salernitana con il duo Bollini-Fabiani stia già programmando il futuro, scegliendo la sede del ritiro pre-campionato. Insomma resta da decifrare di qui fino a fine Luglio (il 31 è il termine ultimo fissato da Tavecchio per evitare il commissariamento delle Lega) il futuro di Lotito nella politica del calcio e di conseguenza nella Salernitana. Longarini resta alla finestra, in attesa di sapere se Lotito deciderà di entrare o uscire definitivamente dal portone granata.

foto-fonte: umbria24

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares