Vocesport.com
Home

Scherma. Trionfo azzurro per il partenopeo Curatori sulle pedane di Madrid

MADRID – Trionfo azzurro sulle pedane di Madrid. L’Italia vince la gara a squadre che conclude la tappa spagnola del circuito di Coppa del Mondo di sciabola maschile e l’eco del successo arriva forte a Napoli perché tra i grandi protagonisti di quest’impresa c’è il partenopeo Luca Curatori.
Il quartetto azzurro, composto dal napoletano e dai compagni Luigi Samele, Enrico Berrè e Aldo Montano supera nettamente, per 45-34, la Russia nell’assalto finale che permette alla squadra italiana di salire sul gradino più alto del podio.
L’Italia conclude così la stagione di Coppa del Mondo a squadre, caratterizzata da un ottimo ruolino di marcia. Gli azzurri del ct Giovanni Sirovich hanno infatti vinto oltre alla gara di Madrid anche quella di Gyor in Ungheria, salendo poi sul secondo gradino del podio nelle altre tre gare stagionali a Dakar, Padova e Varsavia.
Curatoli e compagni, sulle pedane madrilene, hanno iniziato la giornata trionfale vincendo per 45-40 l’assalto contro la Turchia previsto dal tabellone dei 16. AI quarti è poi giunto il successo contro la Francia col netto punteggio di 45-34, a cui ha fatto seguito la vittoria contro la Romania per 45-39.
«E’ la vittoria del gruppo – dice il commissario tecnico, Giovanni Sirovich -. Concludiamo la stagione di Coppa del Mondo con questo successo che non fa altro che attestare la qualità di questi ragazzi. Adesso bisogna continuare a mantenere alta l’attenzione in vista degli Europei e dei Campionati del Mondo di luglio».

COPPA DEL MONDO – SCIABOLA MASCHILE – PROVA A SQUADRE – 21 maggio 2017
Finale
ITALIA b. Russia 45-34
Finale 3°-4° posto
Ungheria b. Romania 45-43
Semifinali
ITALIA b. Romania 45-39
Russia b. Ungheria 45-38
Quarti
ITALIA b. Francia 45-34
Romania b. Usa 45-41
Ungheria b. Iran 45-35
Russia b. Germania 45-35
Tabellone dei 16
ITALIA b. Turchia 45-40
Classifica: 1. ITALIA (Luca Curatoli, Enrico Berrè, Luigi Samele, Aldo Montano), 2. Russia, 3. Ungheria, 4. Romania, 5. Usa, 6. Iran, 7. Francia, 8. Germania.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares