Vocesport.com
Home

La moviola: nessun giallo per il Frosinone. Giusta l’espulsione di Minala. Calcio di rigore inesistente

E’ stata una Pasqua per il Frosinone…. in tutti i sensi. Eppure gli errori tecnici evidenti commessi dal fischietto della sezione di Tivoli, che quando vede granata sembra fungere da toro allorquando gli si frappone dinanzi alla propria vista un mantello rosso, non hanno di fatto inciso su di una gara che già a partire dal 17^ del primo tempo era già virtualmente finita per “manifesta inferiorità tecnica”. Tuttavia, per onor di cronaca, è necessario sottolineare gli errori commessi dalla terna arbitrale, in particolare nella gestione dei cartellini e nell’assegnazione del calcio di rigore in favore del Frosinone allo scadere della prima frazione. Per quanto attieni i cartellini, appare giusto quello di color rosso sventolato sotto il naso di Joseph Minala: il centrocampista granata dapprima rifila un calcio in pieno volto all’attaccante Ciofani senza subire alcuna sanzione, di poi a metà campo entra in modo corretto su Maiello, lasciandosi andare ad un momento di isteria nel sollevare il centrocampista da terra con veemenza proprio sotto gli occhi del direttore di gara. L’espulsione diventa inevitabile. Nell’occasione, tuttavia, il sig. Pasqua avrebbe dovuto espellere anche il centrocampista Gori che aveva rifilato una manata proprio a Minala. Altro errore evidente l’arbitro lo commette in occasione del calcio di rigore inesistente fischiato per un fallo di Tuia su Dionisi in area di rigore: il replay evidenzia che il difensore granata interviene sul pallone senza affatto toccare l’ex attaccante granata. Gli ultimi due episodi da evidenziare sono rappresentati dal rosso comminato a Vitale per doppia ammonizione (lo schiaffo sulla testa del neo entrato Mokulou merita il doppio cartellino giallo) e, Dulcis in fundo, in occasione del calcio di rigore assegnato al Frosinone per atterramento in area di rigore di Maiello ai danni di Ronaldo. Nella circostanza il sig. Pasqua non ammonisce neppure il centrocampista ospite con il Frosinone che inspiegabilmente termina la gara senza neppure un cartellino giallo. Errori ad intermittenza che, tuttavia, non possono costituire un alibi da parte di una Salernitana caduta sotto le frustrate dei ciociari dopo appena 20^ di gioco.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares