Vocesport.com
Home

CENTRO STORICO SALERNO: LA VALUTAZIONE DEL DG ENZO AUTUORI

ATLETICO FAIANO-ASD CENTRO STORICO SALERNO: LA VALUTAZIONE DEL DG ENZO AUTUORI

La valutazione del dg del Centro Storico Salerno Enzo Autuori all’indomani della partita Atletico Faiano-Centro Storico Salerno : ” Non abbiamo, nè siamo capaci di avere influenza sulle decisioni arbitrali, nè sulla federazione,domenica il direttore di gara non è stato al massimo del suo compito è vero, ma ci tengo a precisare che ha commesso errori da ambo le parti. Entrando nel merito, il calcio di rigore ad esempio a loro favore,non doveva essere concesso, non c’era, poichè il nostro calciatore Paciello al momento dell’azione di gioco aveva le mani stese lungo il corpo,non è stato infatti nemmeno ammonito nell’ambito di questo episodio.Inoltre l’altro rigore da loro richiesto era inesistente, in quanto il loro giocatore ha allargato le gambe per rpocurarselo.La loro sconfitta è stata determinata da ben tre azioni di gioco che sotto porta non hanno concretizzato, noi a nostra volta abbiamo avuto diverse buone occasioni di gioco per andare a segno, abbiamo costruito molto,in particolar modo con l’azione di Macari a tu per tu con il portiere,la palla di Minella da fuoriarea e l’azione costruita da Della Corte e Colllina.La nostra vittoria è stata ben meritata “. Siamo una società in generale senza voce in capitolo nè influenza sulle istituzioni federali”-continua Autuori-“Sono capitati anche a noi episodi sfavorevoli in generale di arbitraggio, come nell’ambito della gara contro l’Honveed a cui ai nostri avversari sono stati concessi ben due rigori in dubbio, mentre nell’ultima gara contro il Valentino Mazzola siamo stati penalizzati dal fatto che il direttore di gara ha dato sei minuti di recupero e noi proprio nel recupero abbiamo subito la rete del pareggio. Inoltre c’è chi ci definisce “corazzata” ma le vere “corazzate” sono le squadre che spendono 80.000 euro all’anno , come alcune che si trovano nel nostro girone che mi meraviglio che facciano tali investimenti a queste categorie. Noi siamo una società che fa tanti sacrifici e spesso, a causa dell’alto costo dei campi obbligati a pagare in anticipo, ci troviamo costretti a disputare qualche allenamento presso i due parchi cittadini ossia parco pinocchio e parco mercatello. Il nostro lavoro va oltre il calcio, infatti attraverso il calcio compiamo anche un’azione sociale, impegnando dei ragazzi con spesso problemi sociali o familiari alle spalle, ma subendo però pressioni dall’amministrazione comunale a pagare gli impianti per disputare l’allenamento in modalità anticipata diventa tutto più complicato”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *