Il Cauciello pensiero ” Salvezza e programmazione. Rosina? Mi ricorda Foggia”.


Pietro Cauciello, tifoso passionale e viscerale della Salernitana si sofferma sul momento delicato attraversato dal vessillo granata. Non cala l’attenzione, pretende considerazione, programmazione e grande spirito di sacrificio. I risultati fin qui collezionati dalla squadra di Bollini non corrispondono-secondo il Cauciello pensiero- al valore intrinseco della Salernitana. Domani sera, Cauciello non sarà all’Arechi, essendo costretto a sacrificare la sua presenza al fine di soddisfare esigenze lavorative. Al cospetto della Spal, una delle formazioni più in forma del momento, il buon Pietro ci sarà con il cuore, in attesa che la Salernitana ricominci in un futuro prossimo a valore e far sognare come nel lontano 1997 allorquando per i granata, la vita era davvero più facile….

Ennio Carabelli

Dal 2005 iscritto presso l'Ordine dei Giornalisti-Regione Campania, sezione pubblicisti. Laureato in Giurisprudenza. Ha svolto lavoro redazionale presso il quotidiano "Cronache del Mezzogiorno". Collaborazioni attive con il quindicinale "Arechi News". Direttore Responsabile del quotidiano sportivo on-line Vocesport.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *