Vocesport.com
Home

gir.A: Mondragone – Portici 2-2

Il Portici rimonta due volte e pareggia a Mondragone

Un punto che lascia l’amaro in bocca al Portici, seppur gli uomini di Borrelli siano stati per ben due volte in svantaggio. Il 2-2 finale non può accontentare i vesuviani per le tante occasioni sprecate sullo 0-0 e per aver preso gol nelle uniche due volte in cui i granata si sono presentati dalle partti di Testa. Cominciano bene gli ospiti, vicini al vantaggio in mischia prima con Sardo al 2’, poi con Murolo al 9’, ma in entrambe le situazioni arrivano i salvataggi sulla linea di Soho e Caiazza. All’11’ Manzo sfiora la rete su calcio di punizione dai 20 metri e due minuti dopo il Mondragone passa alla prima occasione: palla sulla destra per Cafaro, che salta due avversari e serve al centro Improta che non sbaglia il gol dell’1-0. Il Portici riprende ad attaccare a testa bassa costringendo i locali a trincerarsi nella propria metà campo. Murolo al 25’ conclude di poco alto sulla traversa da buona posizione, ma si deve attendere il 40’ per il gol del pari. Di Pietro risolve in mischia dopo un intervento strepitoso di Navarra su colpo di testa di Incoronato: tutto da rifare. Il Mondragone non ci sta e dopo cinque minuti si riporta su: sempre da destra viene servito Improta al centro, il quale non sbaglia la conclusione da sotto misura. Si va al riposo sul 2-1. Nella ripresa il Portici sembra faticare nel tentativo di rendersi pericoloso, ma senza rischiare in difesa. Borrelli quindi manda nella mischia Fava e Panico, a completare un attacco composto da 4 uomini, con Murolo e Incoronato e con Sardo spostato nel ruolo di terzino destro con licenza di attaccare. Il Mondragone si fa vedere su azione di contropiede, ma Cafaro da buona posizione spara alto, disturbato dall’ottimo intervento difensivo di Visone. Al 65’ ci prova Fava di testa, ma Navarra para. Quattro minuti dopo Murolo nel tentativo di crossare da sinistra per poco non sorprende l’estremo difensore granata con una traiettoria che si perde non lontana dall’incrocio dei pali. Al 73’ arriva il pareggio vesuviano: angolo di Sardo sul primo palo e colpo di tacco di Murolo per il 2-2. A 10 dal termine Murolo non trova la porta da buona posizione e sei minuti dopo Navarra si oppone ottimamente alla conclusione dello stesso attaccante azzurro. È l’ultima occasione degna di nota di un match che termina sul punteggio di 2-2: per il Mondragone un ottimo pari in chiave salvezza, per il Portici un po’ di rammarico per le occasioni sprecate.

Mondragone – Portici 2-2 (tabellino)

Mondragone: Navarra, Soho, Di Crosta, Arenella, Caiazza, Guadagno, Cafaro (30’st Barra), Scarparo, Improta, Matacena (36’st Rota), Basso (33’st Russo). A disp. Buonocore, Masiello, Di Stasio, Del Prete. All. Amorosetti.
Portici: Testa, Visone, Boussaada, Ruscio (13’st Olivieri), Fiorillo (5’st Fava Passaro), Noviello, Murolo, Sardo, Incoronato, Manzo (10’st Panico), Di Pietro. A disp. Mola, Ragosta, Botta, Franci. All. Borrelli.
Arbitro: Baschieri di Lucca.
Reti: 13’pt e 45’pt Improta (M), 40’pt Di Pietro, 28’st Murolo.
Note: Spettatori 500 circa. Ammoniti Cafaro, Boussaada, Ruscio e Incoronato. Angoli 1-3. Recupero 2’pt, 5’st.
Vincenzo Tanzillo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares